CONDIVIDI

Seppur a ranghi ridotti, visti i rinvii delle partite che vedono coinvolte le squadre retrocesse d’ufficio o ripescate, torna in campo la Lega Pro per la seconda giornata. Il Benevento di Auteri impatta contro la Lupa Castelli Romani. Per i sanniti pari pieno di rimpianti: dopo essere andati in vantaggio grazie ad un eurogol di De Falco, si fanno raggiungere nei minuti di recupero della prima frazione grazie al colpo di testa di Icardi. Nel secondo tempo gli ospiti provano a vincere la partita, ma le offensive dei giallorossi vengono neutralizzate dalla difesa capitolina anche grazie ad un’ottima prestazione del portiere Tassi che salva il risultato su un gran destro di Vitello all’88’. Termina 1-1 anche la sfida del “Tursi” tra Martina Franca e Paganese. Tutto nel primo tempo anche qui dove sono gli ospiti a sbloccare il match al 26′ con Cicerelli. I pugliesi non ci stanno e dieci minuti più tardi pervengono al pareggio con Migliaccio, abile a spingere il pallone in rete dopo una punizione di Bogliacino. Momento d’oro per l’Andria, che dopo il debutto con vittoria a Lecce si conferma travolgendo con un secco 3-0 il Matera. Una doppietta di Morra e un gol di Stambelli lanciano i pugliesi in vetta alla classifica al primo anno di Lega Pro dopo un lungo purgatorio in D.

casertana

La Casertana supera 1-0 il Melfi e vola in testa alla classifica a punteggio pieno. Il primo tempo vede il dominio dei campani: varie occasioni per i casertani in particolare con De Angelis, Diakité e Mangiacasale, ma il gol è stato realizzato da Paolo Capodaglio, bravo a coordinarsi e a tirare da fuori area senza che Santurro potesse farci nulla. Nella ripresa il Melfi prende coraggio e al 92′ colpisce un palo clamoroso con Canotto, ma il risultato non cambia e i casertani conquistano tre punti molto importanti. Il Foggia pareggia nell’esordio casalingo contro il Catanzaro nonostante il monologo dei pugliesi allo “Zaccheria”. L’inizio del Foggia è rabbioso, i rossoneri chiudono nella propria area il Catanzaro e al 53′ passano in vantaggio con un delizioso tocco sotto di Iemmello. Gli ospiti si scuotono e all’83’ Ricci,sugli sviluppi di un corner è libero di colpire di testa e segnare il pareggio. Il Lecce cancella il ko del primo turno con la Fidelis Andria sbancando 1-0 il campo della Juve Stabia. Il gol decisivo porta la firma di Papini ad inizio ripresa: il centrocampista romano approfitta di una disattenzione della difesa e batte Russo.

Rinviata: Akragas-Monopoli
Rinviata: Catania-Cosenza
Rinviata: Messina-Ischia

Francesco Carbone