CONDIVIDI

Di-Biagio

 

Parte malissimo l’Europeo U21 per l’Italia di Di Biagio che perde 2-1 contro la Svezia in una partita giocata per oltre 40 minuti in superiorità numerica. Ora il passaggio del turno è in salita.

La prima conclusione è dell’Italia con Berardi ma il portiere svedese blocca a terra. La partita è molto tattica come tutti i match che augurano una competizione così importante. L’Italia però riesce a rendersi pericolosa con i tagli dietro ai pilastri svedesi. Proprio con taglio arriva l’occasione cha cambia la partita: al 29′ Viviani lancia Belotti in area, il difensore svedese Milosevic lo atterra e per l’arbitro è calcio di rigore e rosso diretto. Sul dischetto va Berardi che non sbaglia per il vantaggio degli azzurrini con la Svezia in 10 uomini. La reazione della Svezia non arriva e l’Italia chiude in vantaggio il primo tempo.

Nel secondo tempo l’Italia cerca il gol della sicurezza. Al 4′ Italia vicina al raddoppio con un gran tiro di Baselli che finisce fuori di poco. Al 10′ al primo tiro la Svezia pareggia: su calcio d’angolo è Guidetti a firmare il gol del pareggio degli scandinavi. Al 15′ esce uno spento Battocchio per l’empolese Verdi. Al 28′ Italia vicinissima al vantaggio con Cataldi ma il suo diagonale finisce fuori di poco. Al 35′ Sturaro compie una grossa ingenuità: reagisce a Ishak con una manata e l’arbitro espelle il centrocampista della Juventus. Negli ultimi 10 minuti squadre di nuovo in parità numerica. Al 39′ Italia bucata in difesa con Bardi che atterra Ishak. Per l’arbitro è rigore. Sul dischetto Thelin non sbaglia portando in vantaggio la Svezia. Nel finale l’Italia cerca il forcing finale alla ricerca del pari che non arriva e dopo 4 minuti di recupero il fischio finale decreta la sconfitta dell’Italia. Domenica secondo appuntamento giá decisivo contro il Portogallo.

Luigi Iervolino