CONDIVIDI

Tommaso Merola

Sale sempre di più l’adrenalina, a poche ore dallo scontro al vertice del Girone A di Promozione. Domani alle 14.30, al “Comunale” di Piazza d’Armi, l’Hermes Casagiove accoglierà la Sessana nel confronto tra titani che tanto potrebbe dire in termini di classifica. Da appena una settimana, gli aurunci hanno scippato alla compagine giallorossa il primato, grazie al trionfo nel derby ed alla conseguente sconfitta altrui a Nola. E da parte loro c’è tutta la voglia di estendere l’egemonia, ora che finalmente ha conquistato il primo posto la squadra che da tutti era stata identificata come la pretendente principale al salto di categoria. Allo scontro diretto Achille Tarantino arriva senza tre pedini importanti, l’infortunato Caterino e gli squalificati Marraffino e Zamparelli, ma non avrà problemi nello schierare uno scacchiere che è composto da elementi di categoria superiore. Non ha problemi di indisponibilità, invece, il trainer casagiovese Vincenzo Casaccio che può contare su tutti gli elementi in organico, avendo la possibilità di mettere in campo la miglior formazione possibile. Dell’undici titolare farà sicuramente parte l’insuperabile portiere Tommaso Merola, uno dei punti di forza della creatura della famiglia Corsale. L’estremo difensore di Maddaloni si sente già in clima partita ed esprime il proprio pensiero sul match: “Dopo il match con l’Ortese, questo è il secondo big match della stagione, considerando ovviamente le posizioni che le due squadre stanno occupando in questo momento. Spetta a noi dare il massimo contro l’attuale capolista, cacciare quelle motivazioni che sono necessarie a dare del filo da torcere alla prima della classe”. Un big match da affrontare con la giusta concentrazione: “Dobbiamo comportarci come quelle compagini che lottano per la salvezza od i play-off, che fanno di tutto pur di uscire dal campo indenni. Fino ad ora, noi abbiamo disputato un campionato al di sopra di ogni più rosea aspettativa e abbiamo il compito di andare a punti, poiché dobbiamo raggiungere quanto prima i play-off: l’obiettivo prefissato dalla società. Ma sono consapevole che non sarà per nulla semplice, poiché nella Sessana giocano tanti atleti che hanno disputato sempre Serie D ed Eccellenza, per cui hanno già la mentalità giusta per vincere”. La saracinesca giallorossa chiede la reazione ai suoi, dopo il tonfo di Nola: “Il nostro primo compito deve essere quello di riscattare l’inatteso scivolone di sabato scorso contro i bruniani. Partendo dal fatto che ogni partita fa storia a sé e dopo una prima frazione importante, abbiamo subito 3 goal nei primi dieci minuti della ripresa. E’ stata una batosta ma abbiamo la possibilità di rifarci immediatamente domani pomeriggio”. Se c’è un vantaggio a favore dell’Hermes, questo potrebbe essere il terreno di gioco: “Credo che il Comunale sia il fortino della società giallorossa da oltre 30 anni. Qualcosa c’è, poiché il Casagiovese costruisce da sempre le proprie grandi stagioni sul proprio campo”. Campo su cui avverrà il duello a distanza con l’altro portiere Allocca: “Non conosco di persona il portiere aurunco, però di nomea sono che è ha grandi doti. Insieme a Ciontoli e Giallaurito, siamo nella rosa di nomi più gettonati del girone, in tema di portieri”. Infine, Tommaso Merola lancia il proprio appello alla squadra: “In settimana ho già caricato ogni atleta. Per uscire dal campo soddisfatti, dobbiamo giocare con il coltello tra i denti fino al 95° minuto. Ma al di là della forza dell’organico e del confronto tattico, solo con il cuore possiamo ribaltare il pronostico ed assicurarci la gloria”.

 

Fonte: F.C. HERMES CASAGIOVE (Comunicato N° 38)