CONDIVIDI

Il Foggia espugna il “Puttilli” di Barletta, vendicando l’amara sconfitta dell’andata. Decide un gol del fantasista napoletano Sarno su calcio di punizione a venti minuti dal termine. I rossoneri restano a -3 dal sesto posto e sono dunque matematicamente fuori dagli spareggi promozione. Quarta vittoria consecutiva per la Casertana e supera 4-1 il Savoia ma il vantaggio di Juve Stabia e Matera per la corsa ai play off resta invariato. La gara del “Pinto” è stata aperta da una rete di Murolo nel primo tempo, poi il pareggio degli ospiti con Partipillo, ma i padroni di casa dilagano con Mancosu, Cissè e Murolo. Il Cosenza interrompe la striscia di 11 risultati utili consecutivi perdendo 1-0 in casa con il Benevento. Il goal partita è arrivato al 30′ del primo tempo e porta la firma del centrocampista Agey. Dopo il passo falso di Melfi la Juve Stabia si riprende i tre punti battendo 4-2 la Vigor Lamezia e rimane in piena corsa per i play off. Il Lecce passeggia contro l’Ischia grazie ad una tripletta dell’attaccante francese Doumbia. Per i salentini resta la speranza di agganciare i play off in extremis, ma è necessaria una combinazione di risultati perchè ciò avvenga.I giallorossi devono vincere e sperare che una tra Juve Stabia e Matera perda, mentre la Casertana non deve vincere.

 

matera

La Lupa Roma, dopo aver festeggiato nella trasferta contro il Savoia la matematica permanenza in Lega Pro con due giornate d’anticipo, perde 2-0 in casa contro una motivatissima Aversa Normanna. Gli ospiti, che cercano punti salvezza per scalare posizioni nei play-out, passano in vantaggio al 16′ con Cossentino e raddoppiano nella ripresa con Mangiacasale. Successo importante in ottica play off per il Matera che vince 1-0 il derby lucano con il Melfi e sale al terzo posto restando agganciato alla Juve Stabia. Il Messina torna alla vittoria servendo il poker alla capolista Salernitana, ormai già in vacanza per la matematica conquista della promozione in Serie B. Al “San Filippo” la gara è a senso unico e i padroni di casa si portano sul 4-0 con Nigro, Corona (doppietta) e Stefani.La Salernitana tenta senza molta convinzione di rientrare in partita con le reti in rapida successione di Cristea e Negro, ma il Messina riesce a controllare con saggezza il risultato fino al triplice fischio finale. I giallorossi in virtù dello 0-0 maturato tra Paganese e Martina Franca, andranno matematicamente ai playout. La Reggina supera 3-1 il Catanzaro al “Granillo” e grazie a questi tre punti si trova a una sola lunghezza dal Savoia e spera ancora nella possibilità di evitare la retrocessione diretta.

Francesco Carbone