CONDIVIDI

La 27esima giornata del girone c di lega pro si è aperta con il successo del Martina Franca ai danni della Lupa Roma. Dopo appena 7 minuti di gioco i padroni di casa passano in vantaggio con Arcidiacono che, lanciato dalla fascia sinistra e beffando Felipe Curcio, si trova davanti a Rossi e lo trafigge per la rete dell’1-0. I pugliesi chiudono il match all’83’ con un rigore di Montalto.Il Benevento riacciuffa il risultato all’ultimo respiro con il Barletta: dopo l’iniziale vantaggio ospite di Cortellini, Eusepi fa 1-1 al primo di recupero. La Reggina esce sconfitta dal Granillo per la prima volta nel 2015 dopo aver conquistato 8 punti nelle prime 4 partite dell’anno in casa. La serie positiva si interrompe con il 2-3 maturato contro il Matera. Il Matera passa in vantaggio al 27′ con Carretta, raddoppia prima dell’intervallo e cala il tris al 56′. Sembra tutto finito ma la Reggina reagisce e accorcia le distanze con Viola e Ungaro, ma nonostante gli sforzi, il pareggio non arriva. Continua il digiuno della Paganese, dieci turni senza vittorie, che fallisce il primo scontro diretto casalingo contro un Cosenza che porta via da Pagani un meritato pareggio, al termine di una gara scialba e con pochi sussulti. Termina 1-1 il derby tra Catanzaro e Vigor Lamezia: i padroni di casa vanno avanti con un bel gol di testa di Razzitti, ma nel secondo tempo i biancoverdi conquistano il pari con Montalto.

foggia

Partita a senso unico al “San Filippo” di Messina, con la Juve Stabia di Pancaro padrona del campo sin dal primo minuto di gioco. Campani in vantaggio al 7’ grazie ad un calcio di rigore realizzato da Di Carmine, raddoppiano nel recupero del primo tempo con Gammone che conclude con freddezza uno scambio in area con l’ottimo Di Carmine. Al 25’ del secondo tempo Nicastro firma il terzo gol dopo una lunga azione solitaria. La Salernitana sfrutta benissimo il mezzo passo falso del Benevento, batte 1-0 il Savoia e si porta a meno due dalla capolista. Il Foggia acciuffa il treno dei play off e demolisce l’Ischia con un tennistico 6-0.Il Lecce di Bollini perde 1-0 a Caserta e interrompe dopo tre giornate la striscia di vittorie: la Casertana conquista tre punti fondamentali e raggiunge quota 48 in classifica. L’ultimo match in programma era la sfida tra Melfi e Aversa Normanna terminata con un rocambolesco 4-3 degli ospiti.

Francesco Carbone