CONDIVIDI

La ventitreesima giornata del girone c di lega pro si è aperta con l’anticipo di venerdì tra Savoia e Aversa Normanna,che ha visto il successo dei padroni di casa per 1-0. Il Martina Franca cade allo stadio “Enzo Mazzella” di Ischia. La squadra di Ciullo non demerita, giocando una buona gara. In particolar modo nel primo tempo quando Arcidiacono e compagni danno vita a gradevoli trame, ma si perdono al momento dell’ultimo passaggio senza sfruttare gli spazi concessi dagli isolani. Il Martina paga a caro prezzo la disattenzione difensiva che all’11’ della ripresa permette a Millesi di sbloccare la gara. Dopo tre ko consecutivi il Catanzaro torna al successo il casa con il Melfi,grazie alle prime reti in giallorosso di Orchi e Razzitti inframezzate dal pari momentaneo di Dermaku. Il Benevento torna dalla Puglia con tanti rimpianti: due volte avanti con il centravanti Eusepi, viene ripreso prima da Sarno e nel finale da Gigliotti. Un punto comunque prezioso per i sanniti che salgono così a 50 punti e restano primi a +2 sulla Salernitana,che in casa contro il Lamezia strappa il pari in rimonta. Sotto di due reti, punita da Montella e Improta, la formazione campana di Leonardo Menichini rimedia nel finale limitando i danni con gli acuti di Negro e Colombo. Allo stadio “Oreste Granillo” la Reggina compie una vera e propria impresa, piegando il Lecce in rimonta per due reti a uno. Apre le danza al 4’ Moscardelli, al 66’ pareggia Masini, ed all’87’ Maimone completa la rimonta. Una vittoria importantissima per la Reggina che sale così a quota 14 punti, lasciando l’ultimo posto, ora dell’Aversa Normanna. Il Lecce resta fermo al palo a 39 punti, al quarto posto della classifica.

benevento

Ko del Messina a Matera: vantaggio immediato della compagine di Auteri con Diop. I siciliani reagiscono cinque minuti dopo con Corona, ma prima dell’intervallo Carretta porta avanti nuovamente il Matera. Nel finale di gara, Mucciante chiude i conti con il 3-1. Dopo molte giornate la Lupa Roma torna al successo battendo di misura il Cosenza. Il gol decisivo porta la firma di Raffaello dopo tredici minuti e permette ai capitolini di respirare e di allontanarsi dalla zona playout. La Casertana vince il derby con la Paganese grazie a Rajcic, che regala una vittoria ai padroni di casa che mancava da quasi un mese, nel derby con la Salernitana. Pari tra Barletta e Juve Stabia. Le vespe passano in vantaggio alla prima occasione con Nicastro. Nella ripresa i padroni di casa prendono in mano il pallino del gioco e pareggiano i conti al 76′ con De Rose.

Francesco Carbone