CONDIVIDI

La 21a giornata del girone c di lega pro si è aperta con l’anticipo di venerdì tra Matera e Juve Stabia. Continua imperiosa la risalita del Matera che batte gli ospiti e raggiunge il Lecce al quinto posto in classifica. Sesto risultato utile di fila per i lucani, che con un grande Iannini autore di una doppietta nel primo tempo superano i campani che avevano accorciato le distanze grazie a Di Carmine. Nella ripresa però arriva anche l’inzuccata di D’Aiello che fissa il risultato sul 3-1 per la squadra di Auteri. Successo fondamentale in ottica salvezza per il Melfi: i lucani si impongono 1-0 sul campo dell’Ischia grazie al gol di Tortori. Il Benevento non si ferma più e sbanca anche Catanzaro: la squadra di Brini, pur non brillando, gioca una partita intelligente e conquista i tre punti grazie al sigillo di Marotta dopo appena otto minuti. Il Savoia batte in rimonta la Vigor Lamezia e torna in corsa per la salvezza. Dopo il gol iniziale di Held, la rete di Scarpa rianima i padroni di casa che all’82’ si portano in vantaggio con il gol di Cipriani.

salernitana

Il Cosenza crolla sotto i colpi del Foggia: finisce 4-1 la sfida dello “Zaccheria”. Ai rossoblù non basta la rete di De Angelis nei minuti di recupero. La squadra di Roselli almeno per un’ora ha tenuto testa ai rossoneri pugliesi ma dopo il gol di Agnelli (al 12′ pt) e il successivo raddoppio di Sarno (22′ st) la squadra rossoblù è crollata concedendo ampi spazi ai padroni di casa che hanno arrotondato il risultato con Iemmello e Cavallaro. Finisce 1-1 il match del “Bisceglia” tra Aversa Normanna e Casertana: gli ospiti passano in vantaggio dopo pochi minuti con il colpo di testa di Murolo, ma nel finale Cosentino si incunea in area e pareggia i conti con un potente sinistro. Termina con uno spettacolare pareggio per 2-2 la sfida tra Lupa Roma e Messina: vantaggio dei capitolini al 21′ con un tiro dal limite di Leccese, poi il Messina tra il 41′ e il 44′ ribalta tutto, ma proprio quando sembra tutto finito arriva al 93′ la rete del pareggio realizzata dal portiere dei padroni di casa Rossi. Il Lecce non va oltre il pareggio (1-1) nel derby col Barletta giocato al “Puttilli” in condizioni climatiche proibitive. Moscardelli aveva illuso i giallorossi siglando il gol del vantaggio al 18′ del primo tempo. Poi però nella ripresa, il giallorosso Sacilotto si fa espellere, il Lecce non riesce a contenere il Barletta con l’uomo in meno e la squadra di Sesia preme fino a raggiungere il pareggio su rigore con Danti. Vittoria sofferta della Salernitana che batte all’ultimo respiro il Martina Franca (1-0) e resta così agganciata alla capolista Benevento.

Francesco Carbone