CONDIVIDI

 

Vincenzo Santonastaso (foto Domenico Vastante)

Espugnare Nola per proseguire la marcia in solitaria in vetta alla classifica del Girone A di Promozione. Con questo intento, domani pomeriggio alle 14.30, l’Hermes Casagiove si sposterà in trasferta nella città dei Gigli per proteggere quel primato che è messo a serio rischio dalla concorrenza della Sessana. Allo “Sporting” di Nola, i giallorossi scenderanno in campo al cospetto dei padroni di casa, i quali stanziano al settimo posto in classifica con 14 punti in 9 gare. Sebbene la posizione di classifica sia abbastanza positiva, i bruniani sono la compagine ad aver subito il maggior numero di reti, esattamente 21: dato che fa a pugni con l’impeccabile reparto difensivo dell’Hermes che ha subito solo 2 reti in 9 gare. Come anticipato già qualche tempo fa dall’ex di turno Alfredo Mingione, i gigliati di Gaetano Santaniello puntano tantissimo sulla loro punta di diamante, Felice Foglia, calciatore dall’illustre passato con l’esordio in Serie A con la maglia del Torino, seguito da tante avventure in Serie B e C1 con Lucchese, Pistoiese e Varese tra le altre. Partito bene, lo Sporting Nola proviene da tre sconfitte consecutive, tra cui va menzionata la prima debacle interna di due settimane fa ad opera della matricola Boys Caserta Academy che umiliò i nolani con un sorprendente 0-3. Ma domani sarà tutt’altra musica: di questo Tommaso Merola & soci ne sono certi e si sono preparati con meticolosità durante tutta la settimana. Nella serata di ieri, i giallorossi hanno affrontato in due tempi da 45 minuti le due selezioni juniores di Marcianise. Nel primo tempo Vincenzo Santonastaso, Zimbardi e Schiavone non hanno lasciato scampo alla juniores regionale del Terra di Lavoro Marcianise, mentre nella ripresa è finita 1-1 contro la juniores nazionale del Progreditur Marcianise (in rete Monaco). Nell’amichevole l’allenatore Vincenzo Casaccio ha potuto contare sull’apporto di Vincenzo Sorgente ed Armando Junior Perretta, finalmente recuperati dopo qualche fastidio muscolare di troppo. Entrambi dovrebbero essere nella lista dei convocati in cui è immancabile il nome di Vincenzo Santonastaso, jolly classe ’92 che scalpita per un posto da titolare: “Per l’intera settimana la concentrazione è stata altissima, poiché ci aspettiamo che il Nola vuole cambiare registro dopo le tre sconfitte consecutive. Ma a noi questo non interessa; andiamo lì per imporre il nostro gioco e cercare di conquistare il bottino pieno”. Reduce dalla buona prestazione messa in scena contro il San Vitaliano, l’ex atleta della Casertana e dell’Intercasertana confida: “E’ stato più difficile del previsto sconfiggere un San Vitaliano ben organizzato. E’ vero che il nostro goal è giunto a dieci minuti dalla fine, però se avessimo sfruttato le occasioni limpidissime che abbiamo avuto, avremmo potuto sbloccare il match prima”. Perfetto negli anticipi e dotato di una grande intelligenza tattica, Vincenzo Santonastaso può giocare all’occorrenza in ogni zona del campo per le sue notevole qualità. Pian piano egli sta ritrovando quel posto da titolare che l’anno scorso appariva inamovibile: “La rosa è molto competitiva, per cui devi lavorare tanto per convincere il tecnico a puntare su di te. Il livello dell’intero organico è abbastanza elevato, quindi siamo tutti sul filo del rasoio. Io credo che questo sia importante, perché solo con un gran numero di calciatori puoi lottare per le posizioni di vertice”.

 

DOMENICO VASTANTE

UFFICIO STAMPA F.C. HERMES CASAGIOVE