CONDIVIDI

Derby di Milano avaro di emozioni, Napoli poco cinico, Roma e Juve sempre più in fuga, questi e altri temi nelle pagelle del Mediano sport.

 

Paul Pogba (fonte internet)
Paul Pogba (fonte internet)

Voto 10 al predestinato Pogba :

Il francese con una doppietta rifilata alla Lazio conferma la sua classe immensa, la naturalezza dei movimenti di Pogba si  vede solo nei predestinati, inoltre Paul sembra aver trovato giovamento dal cambio di panchina Conte-Allegri, adesso la squadra gioca con e per lui.

Voto 9 ai 200 gol di Totò di Natale :

Duecento gol segnati in quattrocento partite, la media di un gol realizzato ogni due match, numeri spaziali per l’attaccante di Pomigliano. Stramaccioni non può che appoggiare il gioco sulle sue spalle, l’unico neo per Di Natale è quello di non aver mai dimostrato la sua immensa grandezza in una big nel campionato, ma  questi sono dettagli.

Voto 8 alla Roma e alla Viola :

Vittoria esterne per le due compagini ottenute dopo una buona dose di sofferenza. Garcia ha trovato ottime risposte dalla sua panchina, Ljajc ha inoltre impreziosito la gara con un gran gol dopo aver seminato il panico in area avversaria. La Fiorentina risponde bene al pareggio di Nico Lopez e con Cuadrado (finalmente ritornato al gol) trova nel secondo tempo la deviazione giusta che vale la vittoria finale.

Voto 7 al Sassuolo e all’Empoli :

Due formazioni che fanno del bel gioco il loro credo, moltissimi gli italiani presenti in queste due squadre, una vera rarità per il nostro calcio. Il Sassuolo è addirittura nella parte sinistra della classifica e i presupposti per restarci ora ci sono tutti; l’Empoli invece con questa vittoria si porta sopra alla linea di galleggiamento che vale ancora la serie A per il prossimo anno.

Voto 6 al fair-play del derby :

Bella iniziativa a Milano, le due tifoserie si erano ripromesse di regalare una giornata di festa sugli spalti è cosi è stato. Non sono mancati ovviamente gli sfottò verso la curva avversaria ma sempre nel rispetto della controparte, l’idea era quella di ricreare un clima favorevole anche per le famiglie ; dal lontano 2007 sono tornati i tamburi nello stadio, proprio per incoraggiare e coinvolgere tutti i tifosi, ci si chiede però come mai siano stati vietati fino a questo momento… stranezze italiane.

Voto 5 al Napoli :

Occasione fallita dagli azzurri, dopo molte prestazioni positive è arrivato un pareggio casalingo contro il Cagliari di Zeman. Molti e grossolani gli errori difensivi del Napoli, dopo questo risultato difficilmente si potrà risalire sul treno preso da Roma e Juve che porta dritto allo scudetto.

Voto 4 a Kovacic :

Doveva essere la sua partita, Mancini e la stampa hanno speso fiumi di parole sul croato forse caricandolo fin troppo di responsabilità; ne è uscita una prestazione abulica per il talentino nerazzurro, mai nel vivo dell’azione e nel finale il suo errore su Rami poteva costare la gara.

Voto 3 ai rigoristi del Toro :

Ennesimo rigore fallito dai granata, questa è diventata una costante in questa stagione e pensare che in quella passata ci si lamentava dei pochi penalty concessi agli uomini di Ventura. Sono diversi i giocatori che si sono presentati dal dischetto e l’esito è stato quasi sempre lo stesso, De Gregori diceva che un giocatore non si giudica da come tira un calcio di rigore, forse Ventura in questo momento non è d’accordo con il maestro.

Voto 2 alla qualità del Derby :

Per carità nulla da imputare alla voglia dei 22 giocatori di vincere la partita, anzi la voglia di fare c’è stata, forse anche troppa. Molti gli errori in fase di costruzione specialmente nei due centrali di centrocampo rossoneri, da censurare gli errori di Icardi e del faraone a tu per tu con i portieri, sicuramente Mancini e Inzaghi sarebbero entrati fin dentro la porta con il pallone.

Voto 1 alla situazione del Parma :

Dopo il crac della Parmalat questo è il momento più difficile per la società emiliana , inevitabilmente tutta la serie di problemi si ripercuotono sul rettangolo di gioco. Il fantasma della b è sempre più vicino non tanto per la situazione di classifica (ampiamente recuperabile) ma per la situazione in sé, all’orizzonte si vedono solo nubi per il Parma.

Vincenzo Torino