CONDIVIDI

E’ necessaria una magia di Vincenzo Russo per sbaragliare la resistenza del San Vitaliano e confermare il primato dell’Hermes Casagiove

L'esultanza di Vincenzo Russo

L’Hermes Casagiove impiega ben ottanta minuti per sottomettere un roccioso San Vitaliano e proteggere il primo posto in classifica. Una magia del bomber Vincenzo Russo decide l’1-0 in favore dei giallorossi della famiglia Corsale che portano a due i punti di distacco sulla seconda in classifica, la Sessana che prende il posto dell’Ortese. Com’è consuetudine da inizio stagione, non è mai banale il modo in cui l’armata casagiovese gonfia la rete. All’eurogoal di Papa di sabato scorso a Villa Literno segue il colpo a giro del goleador napoletano che manda in frantumi i sogni di resistenza del San Vitaliano.

PRE-PARTITA: Due assenze per parte. L’allenatore giallorosso Vincenzo Casaccio deve fare a meno degli infortunati Sorgente e Perretta, ma recupera peril match pedine fondamentali del calibro di Russo, Monaco e Feola. Tra le fila ospiti, saltano il match il bomber Galdiero, che sconta la quinta di sei giornate di squalfiica, e Ruggiero.

PRIMO TEMPO: Il San Vitaliano si rivela subito un osso duro e costringe i padroni di casa a scegliere un approccio diverso rispetto alle manovre abituali. Sono gli ospiti ad andare per primi al tiro con Carnicelli che manda la sfera oltre la traversa (4’). Replica dopo tre minuti Motta che incrocia bene ma vede il pallone infrangersi sull’esterno della rete a causa della deviazione di Corporente (7’). Nei primi minuti di gioco è Schiavone a mettersi in mostra con una veronica ed un colpo di tacco smarcante: gesti che è possibile vedere abbastanza raramente in Promozione e quindi fanno la felicità degli spettatori presenti sugli spalti del “Comunale” di Piazza d’Armi. Meraviglie come l’eurogoal di sabato scorso a Villa Literno che il capitano Papa cerca di ripetere al quarto d’ora con due tiri a volo che non hanno la medesima fortuna. I napoletani di Giovanni Formicola si difendono in maniera ordinata, sfavorendo il filtro tra centrocampo ed attacco. In una delle poche occasioni vantaggiose, Papa Imbecca Motta che sbaglia la misura del tiro-cross e sciupa l’occasione (22’). Con il passare del tempo, i padroni di casa si assicurano il predominio del possesso palla, arrivando con più frequenza in area. Errori di imprecisione poco prima della mezz’ora sia da parte di Russo che Schiavone, i quali svirgolano il pallone alle stelle (30’). Ogni tanto si vede dalle parti di Tommaso Merola invece il San Vitaliano con la punizione innocua battuta da Acampora (32’). L’occasione rivitalizza gli ospiti che si portano avanti, senza però creare grattacapi. Così la prima frazione sfila via sul risultato ad occhiali.

SECONDO TEMPO: La ripresa si apre subito con un’occasionissima per l’Hermes Casagiove. Russo subisce fallo al limite dell’area e si incarica del tiro Papa, la cui traiettoria magistrale scavalca la barriera ma si infrange sul palo e viene neutralizzata dal portiere (47’). La strigliata negli spogliatoi di Vincenzo Casaccio è servita a scuotere i giallorossi si mangiano letteralmente il vantaggio al 58’, quando Capasso arpiona in scivolata il pallone destinato allo smarcato Russo (intelligente ma non determinante il velo di Izzo). Con troppa frenesia i locali provano a sbloccare il risultato, desiderosi di vincere per proteggere il primato. Seppur manchino alla fine della gara ancora 30 minuti, i locali vogliono la vittoria e ci vanno vicini con i tentativi di Russo ed Izzo. Queste opportunità precedono il festival dei goal sprecati che vede l’Hermes sbagliare diverse occasioni ghiotte. La prima giunge al 67’, quando dal vertice destro dell’area Russo dribbla Ottaiano e scocca una conclusione a giro che sfiora di pochi centimetri l’incrocio dei pali. Non sono da meno le due occasioni identiche fallite da Monaco in pochi istanti al 71’: dalla stessa mattonella il peperino casagiovese tenta due diagonali che escono di poco a lato. E’ il momento di maggior crisi dei napoletani che riescono ad uscirne impuniti con il rotto della cuffia. Mingione&soci rifiatano e tornano a rendersi pericolosi al 79’ con il colpo di testa di Monaco, sul cross di Russo, che Valente salva sulla linea, deviando in corner. E’ questo il preludio al goal che arriva sugli sviluppi dell’angolo successivo. Il corner di Papa viene indirizzato sul secondo palo: lì è posizionato Russo che si beve Ottaiano e scarica un tiro a giro diabolico all’incrocio dei pali alla sinistra di Corporente. In un colpo solo Vincenzo Russo si scrolla di dosso la sfortuna di una gara, fino a quel momento piena di imprecisioni sotto porta, e sigla il suo settimo sigillo stagionale su otto incontri, agguantando al primo posto della classifica marcatori Bernardo Caterino della Sessana. Nel finale la retroguardia custodisce il vantaggio ed allo stesso tempo conferma il primato.

Tabellino HERMES CASAGIOVE-SAN VITALIANO = 1-0

HERMES CASAGIOVE: Merola, Brustia, Iannitti, Schiavone (75’ Toscano), Mingione, Scalera, Russo, Santonastaso Vincenzo, Monaco, Papa (81’ Feola), Motta (50’ Izzo). In panchina: Di Bernardo, Bosi, Palmiero, Santonastaso Clemente. Allenatore: Vincenzo Casaccio

SAN VITALIANO: Corporente, Ottaiano, Acampora (50’ Imparato), De Caro, Valente, Capasso, Imperato, Guarino, Carnicelli, Buonocore (69’ Rispoli), Puca. In panchina: La Marca, Alaia, Fonticelli, Cardinale, Zuppardi. Allenatore: Giovanni Formicola

RETE: Russo 80’ (HC)

ARBITRO: Gennaro Mazza della sezione di Torre Annunziata (assistenti: Giampaolo Pregevole ed Antonio Scuotto)

NOTE: Ammoniti: Schiavone, Santonastaso Vincenzo, Toscano (HC); De Caro, Ottaiano, Capasso (S). Angoli: 5-0. Recupero: 0 nel primo tempo; 3 nel secondo tempo. Spettatori: 250 circa

DOMENICO VASTANTE
UFFICIO STAMPA F.C. HERMES CASAGIOVE