CONDIVIDI

image

 

Brasile 2014 è solo un lontano ricordo. L’Italia comincia benissimo il girone di qualificazione vincendo in Norvegia per 2-0 con una rete per tempo: prima Zaza e poi Bonucci regalano tre punti alla nazionale italiana che vola subito in testa alla classifica del girone H.
Dopo la prova convincente contro l’Olanda, l’Italia si ripete e vince in Norvegia. L’ultima volta di una vittoria azzurra risaliva al 1937.
Partita bloccata nei primi minuti con l’Italia che pressa a tutto campo e mette in evidenza i limiti di palleggio degli scandinavi. Dopo 15 minuti arriva come un lampo il vantaggio azzurro: Zaza raccoglie palla dal limite, lascia partire il suo tiro che si insacca alle spalle del portiere norvegese. Da segnalare la deviazione di un difensore sulla conclusione di Zaza. Nella seconda parte del primo tempo la Norvegia prova a fare la partita ma l’Italia corre a tutto campo pressando stile Juventus e nella zona di Buffon non arrivano conclusioni.
Nel secondo tempo la Norvegia prova a schiacciare gli azzurri nella propria metá campo. Nel momento di maggiore spinta da parte dei norvegesi, l’Italia colpisce ancora: cross di Pasqual appena entrato e colpo di testa vincente di Bonucci. Al 77′ l’Italia ha un occasione clamorosa: Zaza si invola verso la porta, lascia partire un bolide che si stampa sulla traversa, Florenzi arriva di gran carriera di testa ma Nyland gli dice di no. Dopo due minuti ancora Zaza solo davanti a Nyland scavalca il portiere con un pallonetto ma la Norvegia salva sulla linea.
Nel finale non rischia nulla e porta a casa una vittoria importante. Ora testa alla Croazia nella sfida di Ottobre a San Siro per continuare il cammino verso Francia 2016.
Luigi Iervolino