CONDIVIDI

 

2

 

La seconda giornata del girone C di Lega Pro si è aperta con una lunga sfilza di anticipi. Il derby giallorosso tra Benevento e Catanzaro giocato venerdì sera alle 20:45 si è concluso senza un vincitore: 1-1 tra sanniti ed aquile,con reti al 37′ di Scognamiglio,che porta in vantaggio i padroni di casa,ma nel secondo tempo i ragazzi di Moriero trovano il gol del definitivo pareggio grazie a Pagano. I match del sabato si sono aperti alle 14:30 con l’esordio casalingo con vittoria per la Vigor Lamezia: 3-1 sul Savoia. Montella porta avanti i suoi dopo sei minuti, Di Piazza risponde,ma prima Scarsella e poi nella ripresa Del Sante,consentono ai calabresi di mettere in cassaforte la vittoria. Il Foggia va avanti di due gol a Cosenza (Agnelli, Iemmello),poi nella ripresa, complice anche l’espulsione di Quinto che lascia i rossoneri in dieci al 19′, si fa riprendere da una doppietta di Calderini. Finisce 0-0 il remake del match di due settimane fa in Coppa Italia tra Melfi e Ischia: partita senza grosse emozioni che rispecchia quanto visto durante i novanta minuti.

Un gol per tempo nella sfida tra Juve Stabia e Matera: alla rete di Ripa per le vespe ha risposto Letizia a inizio ripresa. Secondo punto per il Matera, primo per la Juve Stabia. “Lo spezzatino del sabato” si è concluso con il derby pugliese delle 19:30 tra Lecce e Barletta. Il Lecce ha portato a casa i tre punti e si è sbarazzato del Barletta di Sesia con un misero 1-0 grazie ad una rete di Della Rocca ad inizio ripresa,ma gli ospiti sono riusciti comunque a fare un figurone al cospetto di una delle principali pretendenti al salto di categoria, costringendo Caglioni ad almeno due grandissimi interventi.

Le partite della domenica si sono aperte alle 12:30 con Messina-Lupa Roma. Altra prova di spessore per la Lupa Roma di Cucciari,che sfiora il colpo grosso nella tana del Messina. Nonostante il vantaggio siciliano di Nigro, la matricola riesce a ribaltare lo score a inizio ripresa grazie al doppio sigillo di Tajarol e Celli. A dieci minuti dalla fine però,il Messina pareggia i conti con Corona, che non sbaglia da due passi. La Salernitana conquista la prima vittoria stagionale superando il Martina Franca in rimonta. Dopo un primo tempo equilibrato,al 68′ Pellecchia porta i pugliesi in vantaggio. A dieci minuti dal termine i padroni di casa restano in dieci uomini e i campani così ne approfittano. Calil trasforma un rigore concesso per fallo di Tomi su Nalini e poi, poco prima della fine,Mendicino segna il 2-1 con un perfetto colpo di testa.
Blitz della Reggina sul campo della Paganese: dopo un primo tempo alquanto noioso,gli ospiti cambiano atteggiamento nella ripresa e,grazie alle reti di Dall’Oglio e Insigne,strappano tre punti preziosissimi.
A chiudere il programma della seconda giornata il match tra Casertana e Aversa Normanna che termina 2-2.

Francesco Carbone