CONDIVIDI

Il Pagellone della serie A – Rubrica a cura di Vincenzo Torino – 1a Giornata

Archiviata la prima giornata del campionato di serie A è tempo delle pagelle. Molti dei protagonisti sono noti ma non mancano le sorprese dopo il taglio del nastro di partenza.

Di-Natale-toto
Antonio Di Natale (fonte internet)

 

Vot0 10 a Di Natale:

Il bomber dell’ Udinese ricomincia da dove aveva lasciato,segnando . L’età per Totò non sembra un ostacolo, un po’ come il vino buono sta regalando il meglio con il passare del tempo. Stramaccioni potrà sicuramente contare su di lui per tutto il campionato.

Voto 9 al gol di Zaza:

La magia di Zaza si candida già come gol dell’anno e siamo solo alla prima giornata. Il Ct Conte ci aveva già visto lungo convocandolo per il ritiro azzurro,e il numero 10 conferma  tutto il suo talento con una prodezza deliziosa.

Voto 8 ad Allegri:

Ha ereditato sicuramente la squadra più attrezzata del campionato, ma sostituire la figura di Conte non è cosa da poco. Bagna il suo esordio con una vittoria a Verona contro il Chievo dimostrando di aver già la situazione in pugno. Inizio convincente….

Voto 7 alla Roma e ad Inzaghi:

La regina del mercato italiano comincia con una vittoria. Primo tempo devastante per gli uomini di Garcia che però calano vistosamente nella ripresa. Bravi nel saper soffrire, il sigillo di Gervinho è il giusto premio per la  partita. Inzaghi debutta a S.Siro con una vittoria contro la Lazio. Galliani gli consegna la squadra con un po’ di ritardo (mercato) e superpippo fa di necessità virtù spostando Menez da falso 9. La squadra è con lui, l’abbraccio del gruppo dopo il gol di Muntari è significativo.

Voto 6 al Cesena di Bisoli e al Napoli di Benitez:

Il ritorno in serie A dopo qualche anno di assenza è griffato con una vittoria. Mister Bisoli ottiene una storica vittoria (il Cesena non aveva mai vinto all’esordio) con gran parte del gruppo che ha conquistato la promozione nello scorso campionato di B. La prima giornata è spesso fuorviante ma l’inizio è comunque positivo. La stampa aveva già la scure pronta sulla testa di Rafa Benitez, De Guzman annulla “l’esecuzione” regalando agli azzurri una preziosa vittoria in extremis a Marassi.

Voto 5 alla prima Inter:

Poca, pochissima Inter alla prima giornata. La squadra di Mazzari attacca poco e male, Handanovic ci mette una pezza sul rigore di Larrondo salvando il risultato. A questa squadra manca sicuramente Palacio, l’unico in questo momento in grado di poter creare pericoli nelle aree avversarie.

Voto 4 al rigore di Larrondo:

L’attaccante granata tira uno dei rigori più innocui che la serie A ricordi, Handanovic devia il pallone senza nemmeno tuffarsi. Ventura e Quagliarella si stanno ancora mangiando le mani…

Voto 3 ad Atalanta-Verona:

Noia,noia maledetta noia. Questo su per giù avranno pensato gli spettatori del match. Le due squadre seppur messe bene tatticamente in campo non hanno fatto nulla per vincere la partita, inaccettabile alla prima giornata.

Voto 2 alla Lazio di Pioli:

Partita tatticamente sballata per la Lazio, troppe le praterie lasciate al Milan che affonda quando vuole. Nel secondo tempo Pioli aggiusta un po’ la formazione ma ormai la frittata è fatta. La piazza romana è già impaziente, Pioli non potrà permettersi molti altri passi falsi.

Voto 1 a Joshua Brillante:

Si presenta all’Olimpico come uno dei maggiori prospetti di tutta l’Australia (mica pizza e fichi), la serie A è però tutta un’altra storia, Montella lo rispedisce negli spogliatoi dopo 40’ di gioco, Rimandato…

 

Vincenzo Torino