CONDIVIDI

mario_balotelli_italia_getty_1

Adriano Galliani, ad del Milan, parla del calciomercato dei rossoneri direttamente da Marina di Pietrasanta, in occasione del “Premio Focette”: «il calciomercato è imprevedibile, non esiste il 100%» – ha dichiarato – «per quel che riguarda Robinho, abbiamo parlato con il suo agente, e troveremo la miglior soluzione per entrambe le parti. Per quel che riguarda Balotelli, non ha chiesto di essere ceduto, resterà con noi al 99,9% periodico».

Riportate queste dichiarazioni, ci sono una serie di trascorsi da dover ricordare. Basta svolgere una piccola ricerca su Google per trovare più di un precedente: il più recente risale al 19 maggio 2014 quando, al termine del campionato di serie A, lo stesso Galliani, interpellato sulla permanenza di Kakà, dichiarò: «certo che lo terremo, al 99,9% periodico rimane con noi».

Detto, fatto. Dopo circa tre settimane dalle dichiarazioni dell’ad rossonero arriva l’ufficialità: Kakà giocherà in prestito al San Paolo prima di trasferirsi definitivamente all’Orlando City (MLS) a gennaio.

Siete ancora titubanti?

Allora sarà sufficiente risalire al termine della stagione 2011/2012, quando si cominciò a parlare dell’interessamento del PSG nei confronti di Ibrahimovic e Thiago Silva. Anche in quell’occasione Galliani disse (testualmente): «Ibrahimovic e Thiago Silva al 99,9% resteranno al Milan».

A questo punto, non è detto che Balotelli (a dispetto della “teoria gallianica del 99,9%  periodico”) debba andar via dal Milan. Ci sono diversi fattori di cui tenere comunque conto: il giocatore non si è mai guadagnato la totale stima da parte dei supporters rossoneri; il suo carattere non è tra i più semplici da “addomesticare” e, nel corso dell’ultima stagione, ha dimostrato una scarsa continuità a livello di prestazioni, facendo parlare di sé principalmente per gli eventi legati alla sua vita privata piuttosto che per ciò che ha dimostrato sul campo.

Una sua cessione, adesso, potrebbe non rivelarsi una decisione scellerata: il giocatore ha molti estimatori all’estero, tanto è vero che l’Arsenal, nonostante la smentita ufficiale da parte di Wenger, sarebbe sulle tracce del giocatore, pronto ad intavolare una trattativa con il Milan.

 

Davide Schepis