CONDIVIDI
Le cifre spese dal Real Madrid negli ultimi cinque anni. Fonte: https://twitter.com/8Fact_Footballl/status/491696694233690113/photo/1
Le cifre spese dal Real Madrid negli ultimi cinque anni.
Fonte: 8 Fact Football http://goo.gl/YHcTjh

Sono ormai trascorsi cinque anni dall’introduzione del fair play finanziario promosso dai dirigenti UEFA. Questo modello dovrebbe limitare gli effetti “dell’inflazione” nel mondo calcistico, in modo tale da sanare quelle disparità tra squadre “galattiche” e squadre “normali”.

Eppure, ancora oggi ci ritroviamo a porci mille interrogativi sull’efficacia di questa nuova norma: il Real Madrid ha infatti ufficializzato l’acquisto di James Rodriguez per la straordinaria somma di 80 milioni di euro (spesa da sommare agli acquisti di Kroos e Navas, per un totale di 120 milioni), ed il PSG sta per chiudere l’accordo per Di Maria, aggirando questo sistema finanziario tramite una richiesta di prestito con la “promessa solenne” di pagare il cartellino del giocatore l’anno successivo.

In Italia la situazione è critica: non tanto a causa di spese folli; il motivo invece è riconducibile ad una scarsa gestione dei debiti che hanno causato problemi ai maggiori club del nostro campionato, a tal proposito basti pensare che l’Inter ha un passivo stimato di oltre 150 milioni di euro, così come Roma e Juventus (in negativo, rispettivamente, di 98 e 64 milioni).

Chi può invece sorridere in questa situazione è il Napoli di Aurelio De Laurentiis, che vanta un attivo di oltre 22 milioni. Qual è il segreto del club partenopeo?

Gli azzurri sono l’unica compagine in Italia ad essersi sempre classificata nelle coppe europee nel corso degli ultimi cinque anni, il Napoli ha vinto due delle ultime tre edizioni della Coppa Italia, e ad ogni cessione “di lusso” (vedi Cavani e Lavezzi) si sia sempre susseguita una campagna acquisti efficace, intelligente ed oculata (Higuaìn, Mertens, Callejòn etc).

Il Napoli è l’unica tra le big italiane ad aver posato il primo mattone per la costruzione di un progetto ambizioso, basato sul fair play finanziario, e questo è senz’altro un motivo di vanto per De Laurentiis, per i dirigenti del Napoli e per i tifosi napoletani di tutto il mondo.

 

Davide Schepis