CONDIVIDI

festa monteruscello

Il Monteruscello Calcio festeggia i 25 anni davanti ad una cornice di pubblico straordinaria e in una giornata dove il club di via Modigliani ha ripercorso tutta la sua storia. “E’ stata un emozione indescrivibile vedere l’affetto di tanta gente e ciò non può che far piacere – ha affermato il presidente Rodolfo Ruta -. La nostra è una società che ha creato con i sacrifici i successi e le vittorie ottenute in tutti questi anni di attività. Quando iniziai c’era solo un’area che, poi, nel corso degli anni abbiamo abbellito e abbiamo reso un centro sportivo accogliente e dove i ragazzi con i loro genitori possono passare il tempo in serenità. La nostra è prima di tutto una grande famiglia dove ogni componente fa il proprio dovere con professionalità senza invadere il campo di chi ha vicino. Il nostro obiettivo fin dall’inizio è stato quello di dare lustro al quartiere di Monteruscello ma soprattutto di dare uno sbocco a chi vuole fare dello sport sano. Da noi ci si viene prima di tutto a divertire e, poi, chi ha talento diventa un campione e può far carriera nel mondo del calcio professionistico”. Dal club biancoverde, infatti, diversi i giocatori che sono stati lanciati come Conson, Pane, Volpe, Improta, Marasco, Viola, Del Giudice e Quagliarella tanto per citarne alcuni: un lungo esercito composto da ben 52 giocatori che girano l’Italia portando in alto i colori del Monteruscello Calcio. Ad aprire la manifestazione svoltosi sabato scorso è stato il maestro Pino Ruffo con la sua band che ha cantato l’inno del sodalizio flegreo e successivamente sul palco è salito il parroco don Elio Santaniello della chiesa di Sant’Artema di Monteruscello. “Questa società è un raggio di sole per il nostro quartiere che meriterebbe altre iniziative come queste – ha affermato padre Elio Santaniello -. Lo sport è un volano importante e un elemento che fatto per divertirsi fa solo bene. Il Monteruscello Calcio, poi, è sempre vicino alla nostra comunità parrocchiale”. Padre Elio ha, poi, benedetto tutti i presenti e ha donato una targa al sodalizio puteolano che a sua volta ha ricambiato con una targa il parroco consegnata dal vice presidente Fulvio Ruta. Poi, successivamente il club di via Modigliani ha consegnato tre targhe a tre elementi che dietro le quinte hanno fatto la storia del Monteruscello Calcio ognuna delle quali è stata consegnata dalle giovani leve del club flegreo che militano con i club professionistici. Al magazziniere storico Gaetano Falanga da Pezzella che milita con la Primavera del Palermo, al dirigente Pasquale Iancarelli da Castaldi che gioca nelle giovanili del Siena e al direttore tecnico Rosario Gentile dai giocatori Cipro e Pollice che, invece, militano entrambi nel Genoa. Poi, successivamente tutti i piccoli campioncini del Monteruscello Calcio hanno fatto un esibizione tecnica e quindi è stato premiato da parte del dr. Rosario Testa il presidente Rodolfo Ruta quale fondatore del sodalizio biancoverde. Sul palco assieme al presidente sono, poi, saliti i giocatori Moreno che milita nel Palermo, Capuano che gioca nella Primavera del Catania e, infine, Talamo che è approdato proprio in questi giorni alla Primavera del Latina e che nell’ultima stagione ha segnato 7 reti in serie D con il Sora ed è entrato nel giro della Nazionale under 17. A conclusione della manifestazione il Monteruscello Calcio ha donato ad ogni campioncino, circa 500, una medaglia raffigurante il 25° anniversario.

ufficiostampa@monteruscellocalcio