CONDIVIDI

keller_mariano

Bisceglie – Mariano Keller 0-0

 

BISCEGLIE: Loiodice, Belfanti, Maglione, Lorusso, Papasidero, Allegrini, Lisi (22’st Lattanzio), Pizzutelli (8’st Abbinante), Titone, Logrieco, Visconti (37’st Croce). A disp: Lella, Tundo, Delvino, Canonico, Rinaldi, Marolla. All: Favarin

M. KELLER: Napoli, Tommasini, Bosco, Cicatiello (17’st Colella), Micallo, Gala, Della Corte, Marzocchi, Fragiello (7’st Falzarano), Maisto (32’st Marseglia), Santaniello. A disp: Parisi, De Gregorio, La Torre, Dragone, Amico, Mazzeo. All: Muro.

ARBITRO: Capasso di Firenze – ASSISTENTI: Colangelo di Potenza, Collocola di Bernalda.

NOTE: Ammoniti Lorusso e Papasidero (B), Tommasini e Maisto (K). Espulso al 50’st Lattanzio (B) per proteste. Allontanato dalla panchina al 39’st mister Favarin (B). Angoli 5-5. Recuperi 1’ e 6’.

 

Continua la scia positiva della Keller, che torna dalla trasferta pugliese con il quarto risultato utile consecutivo. In una gara dal finale incandescente ed ancora una volta con l’organico non al completo, gli uomini del presidente Righi conquistano un punto importante sul difficile campo del Bisceglie.

La partita, condizionata dal vento che ha soffiato al ‘Ventura’ per l’intera durata, ha visto scendere in campo due formazioni alla ricerca di punti, decise a vender cara la pelle.

La prima conclusione è di marca locale, con Logrieco che dalla distanza impegna Napoli, l’estremo difensore biancoblu manda in angolo. Anche la Keller guadagna un calcio dalla bandierina, che si risolve però con un nulla di fatto. Ancora Logrieco ci prova su calcio piazzato, Napoli blocca in due tempi. Sul fronte opposto è Maisto a sciupare una ghiotta occasione con un pallonetto che non impensierisce Loiodice. Alla mezz’ora i napoletani potrebbero passare in vantaggio quando, sugli sviluppi di un corner, la sfera colpisce Maglione e sembra indirizzata in rete, ma l’intervento in extremis di Loiodice riesce ad evitare il clamoroso autogol.

La ripresa si apre con la Keller in attacco grazie ad un’incursione di Maisto che pesca bene Santaniello, il pallone esce di poco fuori. L’attaccante napoletano ci prova di nuovo dal limite, Loiodice si supera e gli nega la gioia della rete. È il momento migliore della Keller che resta in zona d’attacco, conquista due angoli consecutivi ma non riesce ad indirizzare il pallone oltre le spalle del portiere. Il Bisceglie cerca la risposta con Visconti e Logrieco, le idee in attacco però latitano. Al 17’ proteste della squadra di casa per una rete annullata a Logrieco, l’assistente di linea aveva segnalato prima la posizione di offside del n.10 nerazzurro. Ripristinato il gioco, i pugliesi vanno al tiro con Titone, Napoli si fa trovare pronto. La gara cala di ritmo, mentre si accendono in campo gli animi, a farne le spese l’allenatore pugliese allontanato dalla panchina. L’arbitro concede 6’ di recupero, al terzo dei quali in un batti e ribatti davanti a Napoli, Croce respinge in porta un tap-in vincente, ma anche stavolta l’arbitro aveva fermato il gioco fischiando il fuorigioco. L’incontro, così, termina tra le veementi accuse dei padroni di casa, costate a Lattanzio il rosso.

 

 

POST GARA

Arriva il quarto risultato utile consecutivo per la Mariano Keller, che continua a mettere tasselli al suo cammino, tornando imbattuta da Bisceglie. Al termine dell’incontro, al Direttore generale Rosa il compito di commentare la gara: “Un punto in trasferta fa sempre comodo, ancor di più se conquistato contro una squadra difficile da affrontare come il Bisceglie. Abbiamo disputato una buona partita, raccogliendo il quarto risultato consecutivo. Continuiamo pian piano sulla nostra strada poi tireremo le somme, soprattutto perché l’esclusione del Nardò ridisegna ora la classifica. Questa vicenda è una sconfitta per tutto il mondo del calcio: al di là del fatto che rivoluziona completamente il girone, è davvero triste vedere una piazza calcistica dalla lunga storia finire così”.

 

 

Ufficio Stampa A.S.D. MARIANO KELLER

Antonella Scippa