CONDIVIDI

Colombia  Camerún

Nel girone D passano agli Ottavi la Colombia e la Grecia.
La Colombia, dopo i primi minuti in sofferenza, beneficia di un calcio di rigore conquistato da Ramos e trasformato da Cuadrado con un tiro centrale. La partita continua a vivere di momenti, di fiammate. Una punizione di Honda fa tremare Ospina. Splendida esecuzione di Okubo con una rovesciata fantastica ma il suo tiro finisce alto. Allo scadere il Giappone pareggia e riporta la speranza tra i nipponici. Grandissimo colpo di testa di Okazaki che supera Ospina.
Nel secondo tempo la Colombia passa di nuovo in vantaggio con Jackson Martinez che con un diagonale supera Kawashima e riporta la Colombia sul 2-1.
Al 62′ bellissima azione del Giappone ma Okubo spreca tutto calciando alto. La Colombia chiude il match ancora con Martinez che in contropiede manda a casa il Giappone e porta la Colombia sul 3-1. Momento storico prima della fine della partita: entra il 43enne Mondragon nella Colombia stabilendo il nuovo record di presenza a un Mondiale cancellando il vecchio record che apparteneva a Roger Milla. C’è ancora tempo per esultare con il quarto gol di James Rodriguez che con uno scavetto cala il poker. Per il Giappone un mondiale da dimenticare. Per i cafeteros il sogno continua,

georgios-samaras-foto-robert-p_54303569172_54115221152_960_640

La Costa D’Avorio si rende pericolosa prima con Drogba e poi con Gervinho. La Grecia reagisce e colpisce la traversa con Holebas. Al 42′ la difesa africana combina una frittata clamorosa e la Grecia ne approfitta e passa in vantaggio con Samaris.
Nel secondo tempo è Kalou a trascinare l’attacco degli elefanti senza però impensierire la retroguardia ellenica. Clamorosa la traversa di Karagounis che colpisce il legno con una fucilata da oltre 30 metri. Nel momento migliore dei greci, la Costa D’Avorio pareggia con Bony che si gira in un fazzoletto e batte a rete riportando gli africani agli ottavi di finale. Ancora tanta sfortuna per la Grecia che colpisce il terzo palo della sèrata con Torosidis. Al 92′ occasione per la Grecia: Sio atterra Samaras in area. Sul dischetto l’attaccante del Celtic dagli undici metri è freddissimo e pareggia 2-2 portando la Grecia agli ottavi di finale.
Dopo un minuto l’arbitro decreta una storica qualificazione agli ottavi contro la Costa Rica. Per la Costa D’Avorio un’eliminazione cocente.