CONDIVIDI

olanda cile

Olanda-Cile,ultima partita del gruppo B valida per stabilire quale delle due squadre si qualificherà come prima. Van Gaal deve rinunciare allo squalificato Van Persie, ma, nonostante l’assenza del centravanti del Manchester United, boccia ancora una volta l’ex Milan Huntelaar, che si accomoda in panchina. Dall’altra parte, Sampaoli fa rifiatare Vidal e Valdivia, pronti a subentrare a gara in corso. In avanti, spazio all’imprevedibilità e alla fantasia del trio composto da Gutierrez, Sanchez e Vargas.

Il Cile parte con la solita grinta e personalità. Prima buona azione del match da parte della squadra di Sampaoli,avviata sulla sinistra da Mena e finalizzata di testa da Vargas,ma il suo tentativo finisce alto. Molto spezzettato il gioco: sono tanti i falli commessi dalle due formazioni, soprattutto nella zona nevralgica del campo. Capita sulla testa del difensore del Feyenoord De Vrij la prima vera palla-gol dell’Olanda, che su una punizione calciata da Robben, impatta di testa sul secondo palo. Il pallone esce di pochissimo alla destra di Bravo. Al 40′ fenomenale azione del numero 11 olandese Robben, che resiste ad un fallo, poi supera in dribbling un avversario, ed infine lascia partire una rasoiata che termina fuori non di molto. Alla fine del primo tempo Cile vicinissimo all’1-0: calcio di punizione battuto da Diaz verso Gutierrez che sfiora il palo alla sinistra di Cillessen di testa.

depay

Deludente anche l’inizio di ripresa, la cui trama ricalca appieno quanto visto nei primi 45′. Triangolazione Sneijder-Lens-Sneijder: il pallone di ritorno per il centrocampista non è preciso e così l’azione si perde, con la difesa del Cile che riconquista la palla. Azione solitaria di Robben che in porta: il tiro è centrale,in qualche modo Bravo respinge. Gran conclusione di Depay dai 25 metri,Bravo smanaccia con la punta delle dita e devia in corner. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo arriva un cross dalla destra che pesca il nuovo entrato Fer in mezzo all’area,che di testa non sbaglia e regala il vantaggio agli Orange. Nei minuti di recupero l’Olanda chiude la partita. Sul corner cileno De Jong pesca Robben che parte in contropiede da solo, arriva sul fondo e serve Depay che a porta praticamente vuota, insacca. Il match finisce 2-0 e decreta il primo posto dell’Olanda nel girone.

Nell’altro match del gruppo B tra Australia e Spagna, le Furie Rosse battono 3-0 gli australiani grazie alle reti di Villa,Torres e Mata. Una partita a senso unico. L’australia non ha mai tirato verso la porta di Reina. Gli spagnoli chiudono il loro deludente mondiale al terzo posto grazie alla vittoria sull’Australia,che invece chiude il suo mondiale a zero punti,nonostante abbia dimostrato di avere qualità e giovani talenti.

Francesco Carbone