CONDIVIDI

giappone_zaccheroni

Finisce in parità la sfida tra Giappone e Grecia. Uno 0-0 con poche emozioni e un pareggio che serve a poco per le speranze di qualificazione delle due squadre.

Il Giappone comincia con decisione e convinzione ma la Grecia in contropiede può far male i nipponici. Gli ellenici cominciano ad avere il sopravvento dopo i primi minuti di studio. Al 20’ occasione per il Giappone con Osako con un bellissimo tiro a giro che si spegne sul fondo. Al 37’ episodio che cambia la partita: Katsouranis viene espulso per doppio giallo e la Grecia rimane in 10 minuti prima dell’intervallo. L’espulsione carica gli ellenici che hanno l’occasione per passare in vantaggio con Torosidis ma il portiere nipponico è bravissimo a deviare in angolo. Curiosità: al 40’ la Grecia ha già effettuato due cambi.

Nel secondo tempo è il Giappone a fare la partita con un uomo in più ma non riesce a creare pericoli se non da situazioni da fermo come la punizione di Endo. La Grecia appena può riparte e cerca di spaventare la difesa asiatica. Zaccheroni prova ad inserire anche Kagawa per dare velocità e fantasia al suo attacco. Occasionissima al 67’ per Okubo che davanti alla porta spara sopra alla traversa in posizione ottimale. Negli ultimi minuti è un assedio degli asiatici verso la porta della Grecia ma senza portare grossi pericoli alla difesa ellenica. Dopo il recupero l’arbitro decreta un pari che serve poco ad entrambe le compagini.

Luigi Iervolino