CONDIVIDI

image

L’Olanda vince una partita incredibile contro l’Australia mai doma. Il risultato finale è 2-3 ma gli australiani erano sopra a 20 minuti dalla fine.
L’Olanda,rispetto alla partita con la Spagna, sembra più sulle gambe e l’Australia detta i tempi nei primi minuti. Al 20′ in un minuto accade di tutto: su un errore di Wilkinson Robben si invola verso la porta e con freddezza supera il portiere portando in vantaggio gli orange. Passano appena 30 secondi e l’Australia pareggia con un gol capolavoro, forse il più bello del Mondiale di Cahill che a volo segna un gol impossibile. Al 30′ palla gol per Bresciano ma la sua conclusione finisce di poco alto. È una partita bellissima, contro ogni pronostico l’Australia mette alle corde l’Olanda. Nella parte finale di tempo le squadre respirano e la prima frazione termina sull’1-1.
Nella seconda parte di gara l’Australia continua a pressare e al 52′ passa addirittura in vantaggio: Cahill si procura un calcio di rigore che Jedinak non fallisce e porta clamorosamente l’Australia in vantaggio. Nemmeno due minuti e l’Olanda pareggia di nuovo: la difesa australiana sbaglia il fuorigioco e Van Persie non si lascia pregare con un bolide sotto la traversa riporta il risultato in parità. Al 67′ l’Australia ha il pallone del 3-2 ma Leckie invece di battere a rete decide di colpire di petto per un gol spettacolare ma la palla finisce tra le braccia del portiere olandese. Capovolgimento di fronte e l’Olanda passa in vantaggio di nuovo: Memphis Depay tira dai 25 metri e beffa l’estremo difensore australiano poco sicuro sul tiro. Partita capovolta nel giro di 15 minuti. Partita esaltante a Porto Alegre, una delle più belle di questo inizio di Mondiale. Negli ultimi minuti l’Olanda controlla e porta a casa una vittoria fondamentale, che gli consegna la quasi qualificazione aspettando Spagna-Cile. Per l’Australia l’eliminazione è molto vicina.
Luigi Iervolino