CONDIVIDI

375843_heroa

Un grandissimo Ochoa sbarra la porta al Brasile di Scolari e la seconda gara del Brasile finisce 0-0. Ancora una partita brutta dei brasiliani, discontinui e poco pericolosi in attacco
Il Brasile, dopo la brutta prestazione contro la Croazia, vuole riscattarsi a Fortaleza ma l’inizio è molto simile alla partita inaugurale. Dopo una fase brutta della gara, la prima occasione è di marca messicana: al 22′ grande tiro da fuori di Peralta deviato da Julio Cesar ma per l’arbitro turco Cakir non è calcio d’angolo. Dopo due minuti è Neymar ad avere una grande occasione ma Ochoa è bravissimo a deviare la conclusione del brasiliano. Al 43′ è ancora Ochoa protagonista: su un calcio di punizione il Messico sbaglia il fuorigioco e Paulinho ha la grande occasione ma il suo tiro viene ribattuto dal portiere del “Tricolor”.
Nel secondo tempo il Messico entra convinto e mette in difficoltà la retroguardia brasiliana. È Vasquez con un gran tiro dai 25 metri a mettere i brividi ai tifosi di Fortaleza. Poco dopo è Herrera a sfiorare la traversa ancora con un tiro da fuori area. Quando il Brasile sembra in ginocchio arriva un occasione colossale per i brasiliani ma un miracoloso Ochoa dice di no a Neymar. Ancora un grandissimo Ochoa compie un vero e proprio miracolo sul colpo di testa di Thiago Silva a botta sicura ma il portiere messicano dice ancora una volta no con un istinto incredibile. Gli ultimi minuti sono tutti di marca messicana con Guardado che rischia di far gol con un tiro a giro fortissimo che finisce di poco alto. Finisce 0-0 la partita. I messicani fanno festa e vedono gli ottavi vicini. Per il Brasile saranno giorni di polemiche per la prestazione opaca dei verdeoro. Domani Camerun-Croazia chiudono il programma del girone A.
Luigi Iervolino