CONDIVIDI

muller

Il big match del gruppo G tra Germania e Portogallo termina 4-0. Germania in campo con il consueto 4-2-3-1. Neuer tra i pali,linea difensiva con Boateng e Howedes sulle corsie,coppia centrale formata da Hummels e Mertesacker. Diga di centrocampo a due con Khedira e Lahm. Dietro Muller,unica punta,agiranno i tre trequartisti Kroos,Gotze e Ozil. Il Portogallo si schiera invece col 4-3-3. Rui Patricio estremo difensore. Linea difensiva composta da Pereira,Pepe,Bruno Alves e Coentrao. Centrocampo a tre con Meireles centrale,affiancato da Veloso e Moutinho. Tridente con Nani,Cristiano Ronaldo e Hugo Almeida. La Germania parte subito forte con Gotze,che stacca di testa in area ma viene anticipato dalla difesa portoghese. Al 5′ minuto contropiede micidiale del Portogallo condotto in velocità da Ronaldo, che serve Almeida al limite dell’area, ma il centravanti conclude debolmente a rete e permette la comoda risposta di Neuer. Ronaldo non si ferma. Pallone perso da Lahm,Veloso mette in moto CR7 che calcia in corsa impegnando ancora Neuer. Botta e risposta in pochi secondi: Patricio sbaglia il disimpegno servendo Khedira che calcia al volo fallendo la porta per pochi centimetri. La partita è combattuta ed equilibrata ma al 12′ l’episodio che la sblocca. Pereira perde il contrasto con Gotze e lo trattiene. L’arbitro concede il rigore che Thomas Muller non sbaglia e porta in vantaggio la sua squadra. Il Portogallo subisce il contraccolpo psicologico del gol subito, ma prova a reagire. Nani sfiora il pari con una gran botta da fuori area,ma il tiro si spegne di poco sopra la traversa. La Germania non si ferma però ed è spietata. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il difensore del Borussia Dortmund Hummels va in cielo e salta più in alto di tutti, insaccando di testa il 2-0. Coentrao spreca l’occasione per accorciare le distanze. La palla arriva al terzino portoghese, che controlla tutto solo in area di rigore, ma cerca un improbabile cross rasoterra, che viene deviato a fil di palo dalla difesa tedesca. La partita si incattivisce e al 37′ il centrale del Portogallo Pepe dà una leggera manata e Muller , che si getta a terra. Poi il difensore portoghese ringhia sull’attaccante tedesco e l’arbitro lo manda negli spogliatoi. La Germania dilaga nei minuti di recupero della prima frazione. Grande azione tedesca con Kroos che serve Muller in area. L’attaccante del Bayern Monaco si gira velocissimo e batte per la terza volta Rui Patricio.

muller 1

I tedeschi iniziano il secondo tempo con la solita grinta e aggressività del primo tempo. Ozil viene servito in profondità ma viene ipnotizzato da Rui Patricio in area di rigore, sulla ribattuta Muller manda alto di testa. Il Portogallo prova a rendersi pericoloso su calcio piazzato, ma la difesa tedesca non concede nulla sul gioco aereo.  Un fischiatissimo Ronaldo ci prova su punizione,ma il suo tiro viene deviato dalla barriera. La Germania è pericolosissima in contropiede,a maggior ragione dopo l’inferiorità numerica dei portoghesi, e al 68′ Schurrle serve al centro Gotze,ma il suo tiro deviato finisce in corner. Al minuto 78 arriva anche il poker della Germania. Azione insistita degli uomini di Low,che trova sbocco in Schurrle. L’attaccante del Chelsea mette in mezzo un cross,Rui Patricio non trattiene e Muller insacca,realizzando la sua terza rete. Ronaldo cerca la soluzione da distanza siderale su punizione,ma Neuer è attento e smanaccia con i pugni,negandogli la gioia del gol.
Finisce qua il match. La Germania travolge il Portogallo 4-0 e lancia un chiaro messaggio alle rivali. Grande protagonista del match Thomas Muller, autore di una tripletta. Va a segno anche Hummels, con il Portogallo in dieci uomini dal 37′ del primo tempo per un rosso diretto rimediato da Pepe.

Francesco Carbone