CONDIVIDI

image

Altra sorpresa al mondiale brasiliano. A Fortaleza la Costa Rica batte 3-1 l’Uruguay e vola in testa al girone D. Un risultato inaspettato ma che rispecchia però i valori in campo stasera.
L’Uruguay sembra risentire del clima di Fortaleza e non riesce a macinare gioco. La Costa Rica tiene bene il campo senza soffrire più di tanto le folate sudamericane. Al 25′ l’episodio che sblocca il match: Lugano, su un calcio di punizione, viene atterrato in area di rigore. Per l’arbitro Brych è calcio di rigore. Sul dischetto si presenta il Matador Cavani che non sbaglia e porta in vantaggio l’Uruguay. Poco dopo la Costa Rica reagisce con un tiro dai 30 metri di Campell ma il suo tiro finisce di poco fuori. Occasione per il raddoppio sui piedi di Forlan al 40′ ma Navas è strepitoso e devia in corner.
Nel secondo tempo l’Uruguay sembra ancora più sulle gambe e la Costa Rica prova a recuperare la partita. Al 54′ arriva il pari dei centroamericani: cross di Ruiz e Campell dopo il controllo in area fredda Muslera e fa esplodere il popolo in rosso allo stadio di Fortaleza. Passano soltanto quattro minuti e clamorosamente la Costa Rica passa in vantaggio: su un calcio di punizione di Bolanos il difensore centrale Duarte di testa buca ancora Muslera e porta avanti la Costa Rica. Al 83′ la Costa Rica chiude la partita con Urena, appena entrato, supera con un diagonale uno spericolato Muslera e porta la Costa Rica sul 3-1.
Dopo 5 minuti di recupero il tedesco Brych fischia la fine e consegna al Costa Rica un risultato storico. Per l’Uruguay adesso il Mondiale diventa durissimo.
Luigi Iervolino