CONDIVIDI

FELICE PICCOLO

Il prossimo 25 giugno è stato promosso un appuntamento ravvicinato con il difensore del Cluj (Romania) Felice Piccolo, pomiglianese doc passato alle cronache calcistiche degli ultimi decenni per aver calcato importanti palcoscenici nel mondo del calcio. Dalle giovanili juventine (1998-2002) fino all’esordio in Coppa Italia con i big della “Vecchia Signora”, il difensore classe ’83 passa in C1 alla Lucchese A seguire la parentesi nel torneo cadetto con il Como, l’esordio in serie A con la casacca della Reggina cucita addosso e la sfortunata parentesi con la Lazio: nel 2006-07 gioca can la Juve in B, poi si accasa ad Empoli e infine va in forza al Chievo Verona prima di traghettare in terra rumena, dove vince lo scudetto e solleva la coppa nazionale. Nel 2011 l’esordio in Champions contro il Bayern Monaco. Oggi è sul taccuino dell’Hellas Verona e di altre formazioni di serie A pronte a tutto per riportarlo nei confini patri.

Il 25 giugno prossimo, dunque, Piccolo sarà in città per incontrare fans e concittadini. L’evento rientra in una serie di appuntamenti estivi promossi dal neoassessore alle Attività Culturali del comune pomiglianese, Roberto Nicorelli, intitolato “SerEstate a Pomigliano”.

«Sarà un piacere salutare Felice Piccolo, un calciatore di Pomigliano che negli ultimi anni ha vissuto successi col Cluj in Romania – ha detto Nicorelli – e lo incontreremo il prossimo 25 giugno nella città che lo ha visto nascere, prima come uomo e poi come calciatore». La location che ospiterà l’evento sarà la riqualificata piazzetta privata che si trova in vico Sodano, adiacente al pub “Le porte di Sion” a Pomigliano d’Arco: al centro dell’attenzione la parabola calcistica e umana di un ragazzo pomiglianese partito dal basso con un pallone di cuoio attaccato al piede per poi arrivare a realizzare un sogno, coronato entrando da avversario all’Allianz Arena di Monaco di Baviera.

Salvatore Alligrande