CONDIVIDI

Federcalcio_greca

-STORIA-Nel girone C, dopo la Colombia testa di serie, arriva il momento della Grecia, squadra difficile da affrontare e sempre imprevedibile. Per la Grecia è la terza partecipazione al Mondiale dopo Usa 94 e Sudafrica 2010. Gli ellenici possono contare nel proprio palmares anche un titolo di Campione d’Europa agli europei del 2004 quando in finale batterono i padroni di casa del Portogallo con un gol di Charisteas.

Il capitano della selezione è il centrocampista Giorgos Karagounis, che è anche il giocatore con più presenze in nazionale. Nella Classifica mondiale della FIFA, Attualmente occupa il 16º posto della classifica. la Grecia ha ottenuto come miglior piazzamento l’8º posto di aprile 2008. La selezione greca è guidata da Fernando Santos.

61

-IL GIRONE- Il girone C di Brasile 2014 è molto equilibrato. Non c’è nessuna nazionale blasonata, ma un gruppo fatto di buone squadre e magari di qualche sorpresa. La Grecia esordirà il 14 Giugno alle 18 italiane contro la Colombia. Poi affronterà il Giappone il 20 Giugno e chiuderà il girone contro la Costa D’Avorio il 24 Giugno. Da questo girone potrebbe uscire la sfidante dell’Italia agli ottavi.

karagounis_pp_mp-e1347374202719

-LA FORMAZIONE E LE STELLE- La formazione greca, come detto in apertura, è una squadra molto preparata tatticamente ma con poca fantasia. In porta c’è una vecchia conoscenza del calcio italiano Tzorvas, ex portiere del Palermo ora in forza all’Apollon Smirna. La difesa è un reparto molto forte e con tanta esperienza internazionale vista la presenza di molti giocatori dell’Olympiacos. A centrocampo c’è il capitano Karagounis, ex inter. In attacco il bomber Mitroglou, che tutti vogliono e stella di questa nazionale con l’attaccante del Celtic Samaras.

Konstantinos Mitroglou, con Grecia

-GLI “ITALIANI”- La formazione della Grecia presenta alcuni “italiani” nelle proprie file. In difesa c’è Torosidis della Roma, a centrocampo ci sono ben 3 rappresentanti del nostro campionato: Kone e Lazaros del Bologna e Feftatzidis del Genoa.

Luigi Iervolino