CONDIVIDI

Raffaele Barbieri

Lo Sporting Sala Marcianise atteso dalla partita chiave della stagione, la trasferta di Manfredonia dopo sette vittorie consecutive rappresenta un test probante per la squadra di mister da Silva chiamata ora a dare un segnale forte in vista di questo rush finale. 5 punti dalla capolista Borussia Policoro sono tanti ma recuperabili ma alle spalle c’è da tenere a bada anche l’Ares Mola distante solo un punto ma entrambe da ospitare a Marcianise. Un gradino alla volta però è l’abitudine nel pensiero dei biancoazzurri concentrati ora esclusivamente sullo scoglio pugliese, una squadra di qualità che è ai piedi dei play-off soprattutto per un periodo negativo vissuto nelle ultime settimane. A due punti di distanza dal quinto posto occupato dalla Partenope i sipontini mancano l’appuntamento con la vittoria da tre giornate con due sconfitte casalinghe, nell’ultimo turno sconfitta comunque con onore 3-1 in casa della capolista Policoro. A presentare questa difficile gara è il giovane portiere Raffaele Barbieri che in queste settimane è passato alla ribalta dopo l’infortunio di Forgiarini, svincolato dal Gladiator nei campionati regionali e catapultato direttamente in B ha saputo mettere in mostra senza timore subito tutte le sue qualità senza nessun timore aiutato proprio in questi mesi dall’esperienza dei pionieri Guerra e Forgiarini come lui stesso conferma “Con loro ho un rapporto speciale ma come del resto con tutta la squadra, in ogni allenamento c’è qualcosa da imparare e cerco di farlo al meglio rubando qualche segreto ad ognuno che mi permetta di crescere. E’ vero non sono mai stato in categorie nazionali ma non cambia nulla, in campo bisogna metterci sempre il massimo impegno e tanta concentrazione in qualsiasi concentrazione oltre a tenere alti i ritmi. Ho accettato questa sfida dopo un periodo di stop e quello che sta arrivando settimana dopo settimana è tutto di guadagnato personalmente, sto vivendo tutto serenamente cercando di farmi trovare sempre pronto e vivere un’annata importante. Non ci poniamo limiti ed obiettivi, ragioniamo gara dopo gara iniziando da Manfredona anche perché sappiamo bene che il nostro è un girone strano e difficile ed ogni partita va affrontata con il giusto atteggiamento. Sarò una partita dura e combattuta ma la nostra squadra e gli uomini e le armi giuste per portare a casa una vittoria fondamentale per il nostro prosieguo, non penso sarà un crocevia perché è ancora tutto in gioco”. Giovane ma dalle idee chiare l’estremo difensore sammaritano che molto probabilmente sarà ancora in lista anche a Manfredonia perché Forgiarini non dovrebbe recuperare, out De Luca mentre De Crescenzo è vicino al rientro.

Addetto stampa Sporting Sala Marcia