CONDIVIDI

Mister Mainenti: “Affrontiamo una squadra imbattuta. A corto di uomini, cercheremo di raddoppiare gli sforzi per dare ulteriore respiro alla nostra classifica”

danilo spisso - alma salerno

L’Alma Salerno ci riprova. Reduce dal pesantissimo pareggio casalingo (2-2) nel derby contro la Feldi Eboli, la squadra granata sabato pomeriggio (7 novembre, ore 15) farà visita all’Ardenza Ciampino, altro “colosso” del gruppo E di serie B di calcio a 5.

I laziali sono imbattuti – unica squadra del girone – e hanno fin qui conquistato due vittorie e tre pareggi. Vantano anche la migliore difesa del campionato, appena 10 gol. In classifica sono secondi a quota 9.

Di contro, l’Alma Salerno, penultima a quota 3 (se finisse il campionato ora, sarebbe salva) inseguirà proprio in trasferta il risultato utile che le permetterebbe di schiodare, in esterna, lo zero nella casella dei gol fatti e dei punti ottenuti.

«In casa fin qui abbiamo costruito le nostre fortune – dice l’allenatore dell’Alma Salerno, Nando Mainenti – siamo riusciti ad imbrigliare tre corazzate. Fuori casa siamo andati in difficoltà ma la squadra sa che le partite contro le “pari grado” arriveranno molto presto e lì dimostreremo il nostro valore».

luigi calabrese - alma salerno

A Ciampino, invece, occorrerà la prestazione da urlo per portar via punti. Mainenti non getta la spugna, anzi sprona la squadra, ridotta all’osso da squalifiche e infortuni, a cementarsi ulteriormente. «L’Ardenza Ciampino ha valori, ha pareggiato contro il Fondi e ad Eboli, è ad un passo dalla vetta – prosegue il tecnico – Sappiamo che affronteremo una rivale ostica, molto forte, ma proveremo con tutte le nostre forze a portar via punti. Per noi che lottiamo nella zona calda della classifica, sarebbe importante muovere qualche passo pure in trasferta. Speriamo di recuperare presto altri elementi persi per strada». Rientra Mansi, che aveva saltato il derby con la Feldi Eboli per attacco febbrile. Milito, invece, dovrà scontare l’ultimo dei due turni di squalifica. Arrivano notizie non positive dall’infermeria: il pivot Fabio Di Giacomo, ingessato alla mano destra per lesione della capsula articolare, dovrà restar fermo un mese. «Non abbiamo una rosa vasta, le difficoltà le conosciamo – conclude Mainenti – e quindi ancora di più dovremo impegnarci per raddoppiare gli sforzi».

Gli fanno eco “ i gemelli” del gol, Spisso e Calabrese. Quest’ultimo, autore della doppietta che ha imposti il pareggio alla Feldi Eboli al Pala Tulimieri, invita l’Alma Salerno alla concentrazione e alla compattezza: «Ci manca ancora il colpaccio ma noi siamo sereni e sappiamo che prima o poi la vittoria, in casa o in trasferta, arriverà. Il mio avvio di campionato è stato positivo ma il merito è della squadra. Ringrazio la società e il mister per la fiducia che mi concedono: grazie a loro sto crescendo come uomo e calcettista. Ringrazio il compagno di squadra Pacileo: da portiere di movimento, a 3” dalla fine, mi ha servito sotto porta un assist al bacio. Ora sotto con l’Ardenza Ciampino».

E’ tempo di dediche anche per Danilo Spisso, l’altro folletto dell’Alma Salerno: «In occasione del derby, era presenti sugli spalti del Pala Tulimieri anche il mio grande amico Angelo Priore, nostro appassionato tifoso. E’ in partenza: emigra all’estero per cercar fortuna, come capita a tanti giovani. Il cuore Alma batte anche per lui. Gli auguro buona vita e spero di sbloccarmi anche in trasferta, per dedicargli altri gol».

5 novembre 2015 Ufficio Stampa