CONDIVIDI

LOLLO CAFFE’ NAPOLI, PESANO LE ASSENZE. A CERCOLA PASSA LA COGIANCO, MA GLI AZZURRI SONO VIVI. GALLETTO SEGNA AL RIENTRO DALL’INFORTUNIO, ORANGES: “BUONA PRESTAZIONE, CON IL RECUPERO DEGLI ASSENTI RIALZEREMO LA TESTA”

BICO

Il Napoli, in totale emergenza, subisce la terza sconfitta consecutiva. Troppe le assenze. Gli azzurri, dopo essere passati in svantaggio, raddrizzano la partita grazie alle reti di Galletto e Javi Rodriguez ma alzano bandiera bianca nel finale. Sabato prossimo (ore 18,30 diretta RaiSport) sfida al Montesilvano per rialzare la cresta.

 

PRIMO TEMPO Il Lollo Caffè Napoli si presenta a ranghi ridotti. Ivan Oranges recupera Massafra in porta ma deve rinunciare a Pedro Toro, Tiago De Bail, Rizzo e Fornari, con Teixeira in panca per onor di firma. Nonostante le assenze, gli azzurri tengono bene il campo e costruiscono subito una buona occasione sull’asse Bico-Vega, con lo spagnolo che arriva a pochi centimetri dall’appuntamento col gol. Alla prima vera occasione, però, la Carlisport Cogianco passa. Nasce tutto da un’azione d’attacco del Napoli, con gli ospiti che sbrogliano una situazione difficile, ripartono in transizione con Ruben e trovano il vantaggio con Tobe. Il Napoli prova subito a reagire: Bico sale in pressione alta su Tobe, ruba palla e calcia a rete, ma l’arbitro Di Fabbi annulla il gol per una presunta carica del vice capitano azzurro, abbastanza dubbia vista la stazza del pivot avversario. Al 5’ Rodriguez sterza e calcia in un fazzoletto ma Molitierno si salva, poi all’8’ ancora un’occasionissima per gli azzurri, con Virenti che pecca di generosità e non se la sente di calciare a rete. Il Napoli costruisce, ma la Cogianco ha il merito di finalizzare. Al 12’ infatti gli ospiti raddoppiano, ancora con Tobe che rettifica in rete di tacco. Cambio di campo e il direttore di gara Di Fabbi prende un’altra decisione alquanto dubbia. I protagonisti sono sempre Bico e Tobe: lo spagnolo cerca la palla ma prende nettamente l’avversario. Il fallo appare lampante ma per l’arbitro si può proseguire. Dai e dai, però, gli azzurri riescono a riaprirla. Il gol del 2-1, al 16’, è opera di Galletto. Il pivot di Capodichino, al ritorno in campo dopo cinque mesi di assenza, converte in rete una corta respinta di Molitierno su calcio di Rodriguez. La cresta del “Gallo” torna ad alzarsi e il Napoli resta in partita.

 

SECONDO TEMPO La ripresa comincia con gli ospiti in pressione offensiva, ma il Lollo Caffè serra i ranghi e riesce a gestire sempre con attenzione il possesso, alzando il baricentro quando serve. Bico, in avvio, cerca ma non trova la giocata da antologia su servizio di Vega. Poi al 7’ Virenti premia un inserimento di Bico ma il lob del vice capitano sull’uscita di Molitierno è troppo alto. Gli ospiti non riescono ad affondare il colpo decisivo, anche perché Massafra compie una gran parata su Tobe da distanza ravvicinata. Tutto sommato, il Napoli non rischia più di tanto e, anzi, costruisce le migliori occasioni in un match che continua a vivere sul filo dell’equilibrio nonostante le ridotte rotazioni a disposizione di Oranges. Tra l’11 e il 12’ il nuovo sussulto della partita. Prima Vega ha un’occasione d’oro per pareggiare, ma non trova il tempo per calciare e viene fermato da Molitierno, poi Javi Rodriguez premia gli sforzi napoletani e col quarto sigillo personale in campionato regala il 2-2. Il gol nasce su schema da palla inattiva: Bico pesca in area Javi che lavora la sfera da vero pivot e di tacco trova il pertugio giusto per battere Molitierno. La rete ravviva gli azzurri, ma l’equilibrio dura lo spazio di tre minuti, perché al 16’ Waltinho può spingere in rete il pallone tagliato di Paulinho Da Silva e riportare davanti gli ospiti. Il Napoli non si arrende e prova a ricucire lo strappo. Ad 1’40’’ dalla sirena Ivan Oranges affida la maglia di portiere di movimento a Bico. Pochi secondo dopo gli azzurri vanno vicinissimi al 3-3 ma Ruben trova un salvataggio disperato che equivale ad un gol. Gli azzurri tengono il possesso e cuciono un’altra trama interessante, ma neppure stavolta la palla entra. Così, a pochi istanti dal gong, Waltinho rompe l’ultima superiorità azzurra, Bico non rischia il rosso per trattenerlo e il brasiliano trova il gol del poker che chiude la partita. Finisce 2-4, col Napoli che si augura di aver esaurito tutti i malus di inizio stagione e ora attende il Montesilvano (sabato prossimo ore 18,30 in diretta RaiSport) con Bolo e Fornari in più per provare ad invertire la rotta.

 

SALA STAMPA “La squadra ha dato tutto, in una situazione in cui era difficile giocare con serenità – queste le parole di Ivan Oranges al termine del match – purtroppo gli infortuni non ci hanno permesso, ancora una volta, di giocare al massimo delle nostre possibilità ma ho avuto risposte importanti da parte dei miei ragazzi. Sul 3-2 abbiamo commesso un errore, ma nell’analisi totale del match penso che avremmo meritato qualcosa di più. Neppure oggi l’arbitraggio mi ha convinto, il gol annullato a Bico e un fallo abbastanza netto su di lui quando aveva saltato il diretto avversario mi lasciano più di qualche dubbio. Io, però, continuo a pensare che siamo vicini alla svolta – prosegue il tecnico -, speriamo di aver esaurito oggi il nostro conto aperto con la sfortuna. Ultimo episodio in ordine di tempo il mancato transfer di Bolo. Credevamo di poter utilizzare il ragazzo, ma il mancato arrivo di una mail ha fatto slittare il tesseramento. Contro il Montesilvano dovremmo averlo in campo assieme a Fornari, che ha scontato la squalifica. Con loro avrò a disposizione più rotazioni e spero di potermela giocare, finalmente, alla pari. Se ci fermiamo all’analisi della classifica, è chiaro che il bilancio fin qui è negativo, ma questa squadra di fatto non ha mai potuto scendere in campo con l’intero potenziale disponibile. Con il recupero degli assenti, rialzeremo la testa”.

 

E’ tornato in campo dopo quasi cinque mesi ed ha subito trovato il gol Gennaro Galletto. Dalla rottura del crociato alla gioia del ritorno, seppur rovinata dalla sconfitta. “Contento per il gol – commenta il pivot azzurro – ma potevamo portare a casa almeno un pari, lo avremmo meritato. Ho fatto solo due allenamenti completi, conto di ritrovare presto la forma migliore ma questo gol è un’importante iniezione di fiducia. Ringrazio lo staff per avermi accompagnato nel mio percorso di recupero dall’infortunio e spero che la squadra possa presto uscire da questo momento difficile. Le qualità le abbiamo, serve solo un po’ di fortuna in più”.

 

LOLLO CAFFE’ NAPOLI-CARLISPORT COGIANCO 2-4 (1-2 p.t.)

LOLLO CAFFE’ NAPOLI: Massafra, Botta, Vega, Javi Rodriguez, Bico, Galletto, Bertoni, Teixeira, Virenti, Canneva, Molaro, Tatonetti. All. Oranges

 

CARLISPORT COGIANCO: Molitierno, Ippoliti, Tobe, Ruben, Waltinho, Scigliano, Paulinho P., Fusari, Boaventura, Paulinho D., Paschoal, Del Ferraro. All. Musti

 

MARCATORI: 2’50’’ e 11’46’’ p.t. Tobe (C), 15’50’’ Galletto (N), 11’07’’ s.t. Javi Rodriguez (N), 15’47’’ e 20’ Waltinho (C)

 

AMMONITI: Boaventura (C), Ippoliti (C)

 

ARBITRI: Mauro Albertini (Ascoli Piceno), Manuela Di Fabbi (Sulmona) CRONO: Giovanni Beneduce (Nola)

 

UFFICIO STAMPA LOLLO CAFFE’ NAPOLI

 

Guarda il video di presentazione della campagna di comunicazione: https://www.youtube.com/watch?v=WJM4nrLdPGY