CONDIVIDI

winner

Il primo di Javi L’avvio di gara vive sul filo dell’equilibrio. Il Rieti prova a pressare alto, ma il Napoli esce bene sfruttando le bande laterali e servendo Pedrito, bravo a far salire la squadra. La difesa azzurra disinnesca senza particolari affanni Suazo ed Alemao, all’esordio assoluto in maglia amaranto-celeste. La pressione costa cara al Rieti che spende subito i cinque falli. Il Napoli prende campo e comincia a dettare futsal nella seconda parte della prima frazione. Pedrito e l’ex Vega portano pericoli dalle parti di Micoli; il gol arriva al 13’, con gli azzurri che finalizzano un possesso palla lunghissimo, senza mai perdere palla. Soso lancia lungo per Javi Rodriguez che controlla in un fazzoletto e batte Micoli per il meritato 1-0. Il vantaggio è certificato dalla mole incredibile di palle gol create dagli azzurri. Milucci ha due ottime chance ma le spreca, Vega mette un pallone importante sul secondo palo ma nessuno ci arriva. Un’altra occasione clamorosa capita sui piedi di Bico, ma i riflessi di Micoli sono eccezionali. Il Napoli non raddoppia e il Rieti ne approfitta. Il giro palla porta la sfera sui piedi di Crema che da distanza ragguardevole tira fuori un gran sinistro che viene sporcato da Alemao. Per il tabellino il gol è suo. Il finale di tempo non è avaro di emozioni. Prima Soso dice di no a Suazo, poi Vega va vicinissimo al nuovo vantaggio a cinque decimi dalla sirena.

Soso fa giustizia Nella ripresa gli azzurri scendono in campo con la solita determinazione, ma non fanno i conti con la giornata di grazia di Manoel Crema. Il capocannoniere del campionato realizza la rete numero 17 e rimette in salita la gara per gli azzurri, che peraltro arrivano prestissimo al quinto fallo, a 12’ dalla fine. Quando la gara sembra prendere una brutta piega, arriva il colpo del pareggio. Peric gestisce male un possesso, Javi Rodriguez aspetta con freddezza l’arrivo di Bico che con la porta spalancata non si fa pregare. 2-2. Il pari accende la gara, che diventa spettacolare. Bico sfiora la doppietta con un gran diagonale, Soso fa gli straordinari su Suazo. Al 9’ gran palla per Milucci che non riesce a superare il muro di Micoli. A 5’ dalla fine il Napoli mette la freccia: merito di Pedrito che si avventa su un calcio d’angolo e con una sassata batte il portiere laziale. Il vantaggio, però, dura un amen. Crema scambia con Peric e cancella il 3-2 dopo appena due secondi effettivi. Le emozioni si susseguono ma il finale è un vero e proprio thrilling. Gli arbitri vedono un fallo di Bico su Micoli: la decisione appare quantomeno dubbia. Dal dischetto però Soso scioglie i dubbi e respinge la conclusione di Zanchetta. Un minuto dopo il Rieti va a calciare ancora dai dieci metri, stavolta il fallo presunto è di Botta su Peric. Anche in questo caso tanti dubbi perché Botta sembra arrivare prima dell’avversario sul pallone. Soso, sempre lui, evita ancora una volta la beffa esorcizzando anche Davì. A pochi istanti dalla sirena Soso chiude una prestazione da Oscar bloccando una conclusione di Suazo da zero metri, rimettendoci anche una brutta botta. C’è tempo ancora per un episodio dubbio in area napoletana con Peric che sbraccia in modo abbastanza evidente: sarebbe stato il sesto fallo per gli azzurri e il clamoroso tiro libero sulla sirena. Finisce 2-2, in una giornata che complessivamente non sorride agli azzurri, per la vittoria del Latina sul Sestu che porta il Napoli a -5 dalla penultima posizione. Ma la prestazione e il carattere fanno ben sperare per l’impresa salvezza.

SALA STAMPA Ivan Oranges abbozza un mezzo sorriso al termine del match. Un punto a Rieti è tanta roba, ma gli azzurri hanno sfiorato l’impresa. “Prestazione nel complesso molto positiva – commenta il tecnico -, peccato soltanto per un paio di frangenti del match che potevamo gestire meglio. Soprattutto dopo il nostro 1-0, momento della gara in cui abbiamo creato tantissimo, e in occasione del 3-3 di Crema, quando siamo rimasti con la testa al gol di Pedrito. I due tiri liberi? Bico salta prima di Micoli e quindi il fallo mi pare esagerato. Per Botta si trattava di un contrasto di gioco, in cui comunque era arrivato prima dell’avversario sul pallone. Per fortuna ci ha pensato Soso a rimettere le cose a posto con due grandi parate che hanno suggellato una splendida prestazione. Complimenti anche a Micoli, altrettanto decisivo. Guardiamo avanti gara dopo gara, con questo spirito possiamo giocarcela con chiunque”.

 

REAL RIETI-NAPOLI 3-3 (1-1 p.t.)

REAL RIETI: Micoli, Davì, Crema, Zanchetta, Suazo, Peric, Esposito, Angelini, Alemao, Caio, Dan, Dal Cin. All. Patriarca

 

NAPOLI: Soso, Botta, Javi Rodriguez, Bico, Pedrito, Galletto, Bertoni, Canneva, Milucci, Rocha, Vega, Sinno. All. Oranges

 

MARCATORI: 13’13’’ p.t. Javi Rodriguez (N), 18’47’’ Alemao (R), 3’13’’ s.t. Crema (R), 9’03’’ Bico (N), 15’45’’ Pedrito (N), 15’47’’ Crema (R)

 

AMMONITI: Esposito (R), Vega (N), Bertoni (N), Crema (R), Peric (R), Pedrito (N), Galletto (N)

 

ARBITRI: Luca Gennaro De Falco (Catanzaro), Francesco Scarpelli (Padova) CRONO: Francesca Muccardo (Roma 1)

UFFICIO STAMPA NAPOLI CALCIO A 5

WWW.NAPOLIC5.IT