CONDIVIDI

Batata si guarda intorno dopo la vittoria del campionato con la New Team Gorizia nel girone A di serie A2 “In Italia sono di casa, attendo il progetto giusto per ripartire”

Batata

Si chiama Jonatas Josè Alves ma è meglio conosciuto come Batata, l’ex New Team Gorizia è ufficialmente sul mercato in cerca di una adeguata sistemazione. L’esterno ad occorrenza anche ultimo di difesa sta valutando una serie di offerte pervenute, molte dall’Italia e qualcuna dalla Spagna che stanno tentando di accaparrarsi così il forte oriundo. Nato il 28 febbraio del 1982 a Curitiba in Brasile ma naturalizzato italiano, arrivato in Italia quattro anni fa al Caffè Toraldo in A2 dove realizzò subito 15 reti ed innumerevoli assist, l’anno successivo in forza al Napoli Ma. Ma. Futsal dove ha disputato le Final Eight di Coppa Italia ed i play-off promozione oltre a siglare 17 reti. Le ottime prestazioni sono valse il passaggio al Pescara lo due anni or sono nel massimo campionato prima del trasferimento a dicembre al Giuriato Vicenza dove ha vinto il campionato di A2 nel girone A contribuendo alla vittoria con 14 marcature, nell’ultima stagione invece ha primeggiato nel girone A di serie A2 con la New Team Gorizia dove oltre a vincere il campionato ha realizzato 13 gol. “Ho vinto due campionati consecutivamente, prima Vicenza ed ora Gorizia ma al momento il mio futuro resta molto incerto. Mi sto guardando intorno ovviamente ma allo stesso tempo ci tengo comunque a ringraziare la società del Gorizia per la stagione esaltante che si è appena conclusa. In Italia ormai sono di casa ed ho sempre disputato campionati di alta classifica, attendo quindi il progetto giusto e sono a disposizione per ricevere e vagliare offerte”. Ora l’italo-brasiliano è svincolato e quindi si sta guardando intorno per trovare l’accordo giusto per la nuova stagione, un elemento importante “Batata” che può dare la giusta esperienza e qualità e che ha sempre dimostrato professionalità e garantito quella marcia in più verso obiettivi importanti.

 

Domenico Birnardo