CONDIVIDI

San Antonio Spurs- Portland Blazers 116-92 (serie 1-0)

(fonte internet)
(fonte internet)

I San Antonio Spurs sulla falsariga di gara 7 vincono il primo atto della semifinale contro i Portland Blazers. La sfida nella sfida tra Parker e Lillard è vinta per distacco dal francese; Parker ha regalato lampi di classe per tutta la gara,una vera gioia per gli occhi di tutti gli appassionati della Nba,alla fine il numero 9 ha totalizzato : 33 punti-9 assist con un ottimo 27 di valutazione finale.  Dopo aver recitato il ruolo della comparsa nel primo turno,Marco Belinelli è tornato ad indossare i panni della “prima donna”,nella notte Popovich gli ha dato nuovamente fiducia,e il Beli si è fatto trovare pronto segnando 19 punti (7-9 dal campo) in 28’ di gioco. Per Portland una serata da dimenticare,nonostante i 32 punti di Aldridge, i Blazers hanno faticato eccome in attacco,merito però va anche alla grande difesa degli Spurs che hanno trovato nella notte anche un gran contributo dalla panchina. Con un Tony Parker in queste condizioni gli Spurs possono puntare tranquillamente alla finale,la strada imboccata sembra quella giusta, una via che può portare il titolo nuovamente nella Contea di Bexar.

 

Miami Heat-Brooklyn Nets 107-86 (serie 1-0)

(fonte internet)
(fonte internet)

Miami dopo aver regolato la serie contro Charlotte in quattro atti,vince anche gara 1 contro i Brooklyn Nets reduci dalla “maratona” di Toronto. Gli Heat mettono subito il “naso” avanti nella gara,dando sin dai primi minuti la sensazione di poter chiudere la gara in qualsiasi momento. Solo l’accelerazione di Joe Johnson e il Buzzer-Beater di Deron Williams (si ripeterà nel terzo quarto) nel finale di primo tempo,permettono a Brooklyn di andare all’intervallo con uno svantaggio minimo (46-43). Ma la speranza di Brooklyn si spegne con la stessa velocità in cui è nata, a LeBron (22 punti) bastano pochi minuti di gioco per fare nuovamente il vuoto e portare gli Heat nuovamente avanti di 20. Ottima anche la prova di Ray Allen che si dimostra ancora una volta un fattore nelle partite di playoff,per l’ex Celtics 19 punti entrando dalla panchina. Miami con questa vittoria allunga a sette la striscia di vittorie consecutive nei playoff,l’ultima sconfitta risale a gara 5 delle scorse finals contro gli Spurs. Per Brooklyn adesso sarà fondamentale recuperare tutte le energie psicologiche perse contro Toronto per non salutare con largo anticipo questi playoff.

Vincenzo Torino