CONDIVIDI
(fonte internet)

Portland-Houston 123-120 dts (serie 3-1)

(fonte internet)
(fonte internet)

Ennesima partita infuocata a Portland ed ennesimo overtime (il terzo in quattro partite). Questa volta trionfano i Blazers che adesso sono ad una sola partita dal passaggio del turno. I tempi regolamentari si sono chiusi con la schiacciata di Howard su assist di Harden,dopo 40’ di continui sorpassi e controsorpassi . Nel supplementare Portland scappa anche sul + 7,ma viene ripresa (parzialmente) dai Rockets grazie alle giocate del rookie Daniels (17 p.). Lo stesso Daniels con 10’’ sul cronometro tenta la tripla del -1 ,ma viene fermato con un fallo,il conseguente viaggio in lunetta si conclude con un 3/3 che porta Houston in linea di galleggiamento (121-120). Houston commette  poi  fallo su Mo Williams che è glaciale dalla linea della carità (123-120),con 7’’ ancora da giocare Beverly si lancia in attacco ma il suo viaggio termina sulla linea di centrocampo,Matthews gli scippa il pallone e mette fine alla contesa. Con questa vittoria Portland ipoteca il passaggio alla semifinale di Conference.

Washington-Chicago 98-89 (serie 3-1)

Washington nonostante l’assenza pesante di Nene (squalificato per tre gare) sfodera una grande prestazione allungando così il vantaggio nella serie. Protagonista assoluto della gara è stato Trevor Ariza,che ha messo insieme 30 punti (career high playoff) ma in generale tutta la squadra si è espressa su grandi livelli. I Bulls non hanno mai dato la sensazione di poter vincere la gara,adesso servirà una vera impresa per ribaltare la serie.

Brooklyn-Toronto  79-87 (serie 2-2)

(fonte internet)
(fonte internet)

Toronto torna a vincere in trasferta nei playoff  battendo i Nets di Kidd, al termine di una gara dalle basse percentuali al tiro. L’avvio dei Raptors è stato molto positivo, DeRozan in giornata di grazie segna 20 punti nel solo primo tempo,i Nets restano comunque in gara con le giocate di Paul Pierce e l’esperienza di KG. Nella ripresa Toronto fatica e non poco al tiro (1/16) e i Nets rientrano definitivamente in partita grazie al Jumper dalla media di Teletovic (67-67). Nell’ultimo quarto i Nets si ripresentano in campo con le polveri bagnate al tiro,negli ultimi 5’ Brooklyn realizza soltanto 2 punti,troppo pochi per  sperare di vincere una partita di playoff. Toronto con il minimo sforzo nell’ultimo quarto strappa di nuovo il vantaggio del fattore campo,adesso la serie ritorna in Canada.

Golden State-Clippers 118-97 (serie 2-2)

(fonte internet)
(fonte internet)

Golden State annienta i Los Angeles Clippers al termine di una gara condotta in lungo e in largo. Curry ha “scherzato” con la difesa imposta da Doc Rivers segnando da ogni parte del campo (33p.) ottima anche la prova di Iguodala (22 p. 9 a.) tornato finalmente sui livelli di Philadelphia. I Clippers non hanno messo in campo la solita intensità,vana la positiva prova di Crawford che ha chiuso con 26 punti realizzati. Da segnalare nel pre-gara la protesta dei giocatori dei Clippers, che con un gesto simbolico (riscaldamento senza sopramaglia) si sono dissociati da  Donald Sterling (proprietario dei Clippers)accusato in settimana di alcuni atteggiamenti razzisti.

Vincenzo Torino