CONDIVIDI
Kyrie Irving (fonte rete internet)
Kyrie Irving (fonte rete internet)

Nonostante un avvio sciagurato,San Antonio vince contro Charlotte 92-82. Gli Spurs hanno sofferto più del solito la mancanza di Parker,molti infatti  gli errori in fase di costruzione. La partita è stata comunque portata a casa grazie a un mini parziale di 7-0 negli ultimi 2’, per Belinelli 14 punti in 30’ di gioco. Grazie a una prova spaventosa dalla linea dei tre punti, i Los Angeles Lakers ritrovano la vittoria contro i Kings. Farmar mette a segno un impressionate fila di triple (8 su 10) lanciando i suoi verso il successo per 126-122. In generale i Lakers  hanno tirato con il 70% dalla grande distanza, per un totale di 19 triple (record per la franchigia). Golden State alimenta la crisi dei New York Knicks, vincendo al Madison Square Garden 103-126. Per i Knicks è la quinta sconfitta consecutiva (undicesima nelle ultime tredici). Curry infila nella gara l’ennesima tripla doppia (27 punti-11 rimbalzi-11 assist) confermandosi come uno degli uomini più caldi della lega. Chicago conferma il suo momento d’oro battendo Dallas in trasferta 91-100. Ancora una volta decisivo l’apporto di Gibson,che uscendo dalla panchina ha prodotto 20 punti e 15 rimbalzi. Chicago sale al terzo posto ad Est in coabitazione con i Toronto Raptors. Oklahoma torna a vincere, contro Memphis termina 113-107. Durant ne mette a referto 37,di cui 30 nel solo secondo tempo,per Memphis non bastano i  19 punti di Mike Miller.Kyrie Irving ha definitivamente cancellato l’ombra di LeBron James, mettendo a segno per la prima volta una tripla doppia in carriera (21 punti-10 rimbalzi-11 assist) contro  Utah. La prestazione di Irving è stata impreziosita dalla vittoria dei suoi Cavs per 99-79. Per chiudere i Phoenix Suns vincono contro New Orleans  116-104, mattatore per i Suns Dragic, che fa il suo massimo in carriera con ben 40 punti segnati.

Vincenzo Torino