CONDIVIDI
Fonte internet
Fonte internet

Caos puro caos in casa Azzurro Napoli, la situazione societaria è di nuovo allo sbando, giocatori e staff sono senza stipendio da mesi, e non c’è l’ombra di una soluzione all’orizzonte. I giocatori la settimana scorsa hanno smosso le acque pubblicando un comunicato in accordo con lo staff tecnico dove sostanzialmente si diceva : senza garanzie non andremo a Catanzaro in trasferta. A sorpresa è arrivato il dietrofront, la squadra partirà lo stesso per la trasferta, una grande dimostrazione di affetto e rispetto per la città e la maglia. Eppure ci troviamo dinanzi ad una scena già vista e vissuta, sono anni che a Napoli si costruiscono castelli sulla sabbia, in fase di allestimento si promettono mari e monti ma al momento di mantenere le promesse nessuno le rispetta. Quest’anno a Napoli sono arrivati atleti del calibro di Berti (l’anno scorso in finale di lega2) e Serino, senza contare la permanenza di capitan Sabbatino, napoletano doc, rimasto a Napoli per l’affetto della gente. Nelle prossime settimane la situazione sarà monitorata, ma l’epilogo di questa storia con molta probabilità  sarà ancora triste, si prospetta l’ennesimo fallimento, umano e sportivo. Napoli è affamata di basket, lo si vede dalle minors e dall’affetto che i tifosi hanno sempre dimostrato alla squadra, la città non merita un trattamento del genere, e bene capirlo una volta per tutte.

Vincenzo Torino