CONDIVIDI
fonte internet
(fonte internet)
(fonte internet)

Milano fa sua la Final Eight 2016 al termine di una tre giorni di grande basket. L’Armani in finale ha avuto la meglio su un’indomita Avellino, arrivata in finale dopo una splendida cavalcata partita con l’arrivo di Ragland (ex Milano). Il punteggio finale recita un + 6 per Milano (82-76) che è stata in controllo per l’intera gara anche se lo strappo finale è arrivato all’ultimo periodo dopo l’inchiodata di Sanders, Mvp della manifestazione e vero leader di questa Milano. La coppa Italia torna nel capoluogo lombardo dopo un’assenza lunga vent’anni, questo è il secondo trofeo per Giorgio Armani che di certo non lo ripaga per i tanti milioni spesi in questi anni, ma è comunque un trofeo che potrebbe fare da trampolino in vista del vero obbiettivo: lo scudetto. Da segnalare uno stoico Bruno Cerella, operato al menisco venerdì, è rientrato a sorpresa in campo per la finale conquistando anche un buon numero di rimbalzi. Repesa sembra aver finalmente trovato i giusti equilibri all’interno della squadra, l’avvio di stagione non era stato di certo incoraggiante, l’eliminazione in Eurolega brucia ancora, adesso però la musica è decisamente cambiata con Milano che è tornata ad essere la favorita numero uno per il tricolore.

Vincenzo Torino