CONDIVIDI
fonte internet

Toronto Raptors – Chicago Bulls 113-115

Butler (f.i.)
Butler (f.i.)

Ci sono notti in cui la storia si ferma, notti in cui la storia si vive e si scrive. Questa è stata la notte di Butler, la guardia di Chicago con un secondo tempo da 40 punti supera sua maestà Jordan che deteneva il precedente record di punti segnati in un tempo (39). Pensare che Butler aveva chiuso il primo tempo con due miseri punticini, complice anche la gomitata inflittagli da Carroll di Toronto che lo aveva costretto alle cure mediche nell’intervallo per un labbro sanguinante. Per la cronaca Chicago ha anche vinto la partita, nemmeno a dirlo il canestro decisivo è stato messo da Butler che a pochi secondi dal termine ha chiuso la rimonta partita dal -12.

Denver – Portland 106-112

Non basta un Gallinari da 29 punti a Denver per vincere contro i Portland Blazers. Il gallo alla seconda partita post infortunio conferma i numeri mostruosi di questa stagione, continua però anche il momento nero per Denver che prolunga la striscia consecutive di sconfitte a sei. Per Portland serata relativamente tranquilla, i Blazers sono stati guidati da C.J. McCollum (25 punti e 7 assist) che ha portato in ghiaccio la partita nel finale, dopo un timido tentativo di rimonta di Denver.Tornando a Gallinari questa è la stagione più produttiva dal punto di vista statistico, Denver gli ha affidato il ruolo di Leader, ruolo che il gallo ha già avuto in Europa con la maglia di Milano e della nazionale, e a vedere i numeri si trova maledettamente a suo agio in questa veste.

Le altre gare della notte:

Vittoria per i New York Knicks contro Atlanta, scatenato Afflalo autore di ben 38 punti. Per una sera è lui il re della grande mela, per la gioia di Anthony che per una volta ha trovato un compagno degno di lui.

I Lakers conquistano la terza vittoria consecutiva in questa stagione, questa è già una notizia, l’altra è che ci sono riusciti senza Bryant, out per un piccolo infortunio. L.A. prolunga così la pessima striscia di sconfitte per i Phoenix Suns, che si allunga a ben nove di fila.

Miami sbanca Washington per 75-97 grazie al duo Bosh- Dragic, i due mettono a referto rispettivamente  23 e 18 punti. Nulla può Washington che non è mai stata realmente in partita, Miami si porta così al terzo posto ad Est, per i Wizards invece al momento la zona playoff è lontana.

Vincenzo Torino