CONDIVIDI
(fonte internet)
(fonte internet)
(fonte internet)

Si chiude con una sconfitta contro la Serbia (101-82) il cammino azzurro nel girone B. Pianigiani concede una partita di riposo a Marco Belinelli dopo la maratona contro la Germania. La partita odierna è stata tesa fino al quarto periodo, poi la Serbia forte di una maggior tranquillità e attitudine nel gestire anche i bassi ritmi,  prende il largo fino al +19 finale. Pazzesca prestazione di Teodosic che dispensa sapienza cestistica per tutto l’arco della gara, bene anche il solito Bjelica che conferma la sua doppia dimensione in attacco. Buoni segnali azzurri nonostante il punteggio arrivano da Cinciarini e Gentile, oltre al ritrovato Bargnani cresciuto in maniera esponenziale dalla partita con la Spagna. Adesso gli azzurri attendono il risultato di Turchia-Islanda per conoscere la propria posizione in classifica, se la Turchia vincerà, gli azzurri chiuderanno terzi nel girone e se la vedranno con la seconda del girone A. Da qui in avanti saranno tutte gare ad eliminazione diretta, la tenuta mentale conterà molto, nessuna squadra regalerà niente, per vincere bisognerà soffrire.

Vincenzo Torino