CONDIVIDI

 

Riceviamo e condividiamo la lettera aperta di Angelo Ronca, volto storico della pallacanestro campana,che negli anni ha letteralmente infiammato le retine su tutti i campi da gioco:

(Angelo Ronca)
(Angelo Ronca)

 

Tutto è iniziato nel lontano 1985 in una piccola palestra di Sant’Anastasia, per noi giovani del posto era una piccola oasi felice dove trascorrere i nostri pomeriggi, in seguito è diventato il nostro piccolo palazzetto dello Sport, quello mai realizzato. Li è nata la vera passione per un gioco straordinario: La Pallacanestro, e quella passione nel tempo ha acceso un fuoco che da allora non si è mai più spento. A 16 anni il primo cambio di squadra, da S. Anastasia a S. Sebastiano e questo perché Ciro Curcio ha sempre creduto che i giovani del suo paese orfani di un vero e proprio impianto sportivo non avrebbero dovuto perdere la propria possibilità di esprimere tutto il proprio talento.

A 17 anni vinciamo il Nostro campionato di serie D con la maglia del Vesuvio, un anno in C2 e poi il trasferimento alla Società che da allora mi ha adottato : L’ Associazione Pallacanestro Cercola; non esagero dicendo che da allora Cercola è diventata la mia seconda casa, ecco perché ho vestito la maglia di questo paese con tanto orgoglio.

In questi anni, tantissimi gli amici e  le famiglie che con i loro figli, uniti da un grande  progetto Sportivo  ci hanno seguito e sostenuto prendendo come un vero impegno quello della Domenica sera quando si andava in campo al Palaplatani. Ho cercato di fare sempre del mio meglio,ma soprattutto ho provato ad essere da esempio per i più giovani, ad iniziare dai bambini e tutti i ragazzi che alleno e ho allenato.

Qualche anno di serie D, qualche torneo al vecchio campo quello storico dietro al comune (in salita)“Lo Spianto”  poi centriamo l’obiettivo, la vittoria del campionato e la promozione in C2!

Tante le stagioni in questo campionato: Tantissimi gli amici,diversi gli allenatori che mi hanno trasferito grandi cose,alti e bassi, gioie e dolori ma il divertimento sempre alla base di tutto. Per due volte agguantiamo la Finalissima per la vittoria del Campionato e  in entrambe le volte siamo sfortunati; ma il vero risultato è che Cercola diventa una vera realtà sportiva,una piazza tra le più importanti in Campania.

Domenica 19 Aprile 2015, raggiungiamo quello che abbiamo sempre sfiorato:La qualificazione  in C unica.

Ho sempre desiderato nel mio piccolo completare questo viaggio nel migliore dei modi, ripeto cercando di lasciare il segno per quelli che verranno,essere da esempio e trasmettere quel fuoco  ai più giovani, e magari con qualche bella giocata davanti alla gente di sempre.

Sono convinto che nella vita e soprattutto nello sport certe cose non succedono per caso, l’impegno i sacrifici e l’amore per quello in cui si crede porta al raggiungimento dei risultati sperati!

Il legame con la maglia numero 10 e al ruolo affidatomi dalla società come Capitano resterà sempre presente in me, li custodirò come un qualcosa di prezioso e indimenticabile; per me che di uno Sport ne ho fatto una Filosofia di Vita.

Ringrazio immensamente ”L’Associazione  Pallacanestro Cercola” nel nome del Presidente Paolo Ottaiano,  che credendo nella sua Città e nei valori legati allo Sport ci ha dato in questi anni la possibilità di vivere una grandissima esperienza,e di esprimere attraverso  questo gioco le nostre abilità, le persone a lui vicine da Sempre che hanno reso possibile la crescita del progetto: Dott. Antonio Mauriello, molto più che un Dirigente o Vice Presidente, un grande riferimento sempre presente e vicino al momento del bisogno; Salvatore D’Avino, il Presidente delle nuove leve, il dirigente storico Antonio Corvo e tutti gli altri che sono subentrati nel corso degli anni.

Ringrazio infine: i miei Genitori e Ciro Curcio per avermi indirizzato da bambino verso il gioco più bello e straordinario,mia moglie Daniela per essere stata sempre presente;Le mie figlie Gloria e Laura che Domenica 19 Aprile 2015 hanno battuto le mani al loro papà facendolo sentire un vero campione!

AD MAIORA

ANGELO RONCA