CONDIVIDI

Tantissime le partite giocate nelle notte Nba, non sono mancate le emozioni nel campionato più entusiasmante del mondo.

titolo nba
(Fonte internet)

 

Denver Nuggets – New Orleans Pellicans 117-97

Vittoria per i Denver di Danilo Gallinari, il gallo finalmente ha dato segni di vita con 17 punti segnati (3 assist-3 rimbalzi) in 23’ di gioco. I Nuggets vincono cosi la terza partita di fila, e ringraziano anche McGee autore di 14 punti e 8 rimbalzi, il lungo di Denver ha anche confermato la sua fama di showman baciando una tifosa in prima fila dopo una palla recuperata. Ottimo il solito Faried (19 punti) che mette a segno anche la sua prima tripla in carriera, per i Pellicans sono 18 i punti di Davis e poco altro. Denver può quindi sorridere dopo un inizio di stagione non particolarmente favorevole.

Minnesota Timberwolves – San Antonio Spurs  92-121

I campioni in carica  asfaltano Minnesota con una grande prova collettiva, Parker è decisamente in serata (28 punti – 5 assist) e ispira tutta la squadra per la gioia di coach Popovich. La circolazione della palla è sempre fluida, gli Spurs riescono a trovare agevolmente un tiro pulito dal campo; si rivede sul parquet anche Marco Belinelli, 10’ e 5 punti realizzati al rientro dall’infortunio. Minnesota dilaniata dagli infortuni cerca di restare in gara con le ultime due prime scelte al Draft Nba, Bennett chiude la gara con 20 punti mentre Wiggins si ferma a 14, la resa è pero inevitabile e gli Spurs conducono in porto la partita facendo inoltre riposare il quintetto titolare nei minuti finali.

Washington Wizards – Cleveland Cavaliers 91- 78

Washington condanna nuovamente alla sconfitta i Cleveland di LeBron James, la differenza nei primi due quarti viene fatta dalla panchina dei Wizards con ben 29 punti messi a referto (0 per quella dei Cavs). Nel terzo quarto sale in cattedra Wall con 17 punti (28 a fine partita) e porta i suoi avanti di 16 . James cerca di rivitalizzare i suoi con un volo sopra al ferro ma Cleveland negli ultimi 9’ di gioco non va mai a referto dal campo, praticamente impossibile vincere così. Coach Blatt deve anche registrare una totale voglia di riscatto della propria squadra nel quarto finale, se la strada intrapresa dai Cavs è questa difficilmente si potrà puntare all’anello nel 2015.

Dallas Mavericks – Los Angeles Lakers 140-106

I Mavericks triturano i Lakers, Dallas fa ciò che vuole contro una difesa che fa acqua da tutte le parti. I texani sono in un momento di forma fisica molto propizia , lo dimostra il fatto che siano la squadra con più schiacciate dell’intera lega. Nowitzki è il top scorer  con  23 punti, Bryant si ferma invece a 17 ma con un pessimo 5/18 dal campo (ha fallito le prime 8 conclusioni). Season High per i Mavericks e altra cocente delusione per i californiani, prestazioni così scadenti infangano la bella storia  dei Lakers.

Philadelphia 76ers – Phoenix Suns 96-122

Dodicesima sconfitta in altrettante gare per i 76ers, eppure l’avvio è stato incoraggiante ma Philadelphia minuto dopo minuto si è sciolta, Thomas con una grande prova partendo dalla panchina ha dato la spallata che ha fatto definitivamente cadere il muro dei 76ers.

Tutti i risultati della notte:

Denver Nuggets – New Orleans Pellicans 117-97

Philadelphia 76ers- Phoenix Suns 96-122

Memphis Grizzlies – Boston Celtics 117-100

Washington Wizards – Cleveland Cavaliers 91-78

Golden State Warriors – Utah Jazz 101-88

Oklahoma City Thunder – Brooklyn Nets 92-94

Atlanta Hawks – Detroit Pistons 99-89

Charlotte Hornets – Orlando Magic 100-105

Minnesota Timberwolves – San Antonio Spurs 92-121

Dallas Mavericks – Los Angeles Lakers 140-106

Portland Blazers – Chicago Bulls 105-87

Toronto Raptors – Milwaukee Bucks 124-83

Vincenzo Torino