CONDIVIDI

Non ci sono italiani in campo nella notte Nba, ma le emozioni non sono certo mancate.

Toronto Raptors – Chicago Bulls 93-100

D-Rose (fonte internet)
D-Rose (fonte internet)

Dopo le polemiche legate ai suoi soliti problemi fisici, D-Rose torna in campo in Canada contro i Toronto Raptors. Le due franchigie attualmente detengono due dei migliori record dell’intera lega, l’equilibrio in campo è quindi scontato. Protagonista nel primo quarto è J.Jonhson che entrando dalla panchina da un ottimo contributo (16 punti) il primo tempo si chiude con un vantaggio Raptors di 7 punti.  Il ritorno in campo dei Bulls è veemente, Gasol si scatena in post (26 punti) e la tripla in transizione di Dunleavy sancisce il sorpasso. Il terzo quarto è da incubo per i Raptors che si ritrovano con 11’ da giocare sotto di 16 con i Bulls in controllo totale fino al termine. Nota negativa nel finale per Chicago, in penetrazione D-Rose appoggia male la caviglia ed è costretto a lasciare la gara, incerti i tempi di recupero ma potrebbe anche essere un infortunio da poco.

Memphis Grizzlies – Sacramento Kings 111-110

Incredibile rimonta di Memphis contro Sacramento, da – 26 a +1 sulla sirena con un finale degno di un film di Hitchcock. 0.4 decimi di secondo sulla sirena e  109-110 sul tabellone con rimessa nelle mani di Memphis, sembrerebbe finita ma Sacramento dimentica Courtney Lee che raccoglie in volo la rimessa di Carter e realizza così l’incredibile canestro della vittoria. I Kings gettano via una clamorosa occasione, Memphis dal canto suo dimostra tutta la grinta e il cuore di questo mondo.Dallas Mavericks – Philadelphia 76ers  123-70

Nowitzki (fonte internet)
Nowitzki (fonte internet)

Philadelphia viene massacrata in trasferta dai Mavericks, il – 53 finale lascia poco spazio al commento, amarissimo il ritorno in campo di Carter-Williams (19 punti) . I 76ers incassano la peggiore sconfitta della propria storia,  aggiornando così lo scorrer di record negativi iniziati nella passata stagione. Dallas può ruotare agevolmente tutta la panchina, il tedesco Nowitzki  chiuderà con 21 punti, 16 quelli di Ellis.

Golden State Warriors – Brooklyn Nets 107-99

Hulk Hogan (fonte internet)
Hulk Hogan (fonte internet)

I Warriors vincono infine contro i Nets, in controllo per tutta la gara Golden State ha definitivamente accelerato nel finale con Thompson (25 punti) ricacciato i Nets dopo una buona rimonta terminata sul – 6. Non basta la grande prova dell’ex Jack che chiude la gara con 23 punti e un impressionante 10/10 dal campo, per Golden State arrivano buoni segnali da Bogut (14 rimbalzi) e dal solito Curry (17 punti) . Nel pre-gara simpatico siparietto con la ex stella della WWE Hulk Hogan, anche questo fa parte dello Show, perché in fondo è sempre di spettacolo che stiamo parlando.

Vincenzo Torino