CONDIVIDI

Marquez

Sembrava il giorno giusto per interrompere il dominio almeno in prova di <b>Marc Marquez</b>, ma il fuoriclasse spagnolo con un ultimo giro da favola con la bandiera a scacchi che già sventolava, conquista la pole anche nel Gran Premio di Spagna a Jerez, facendo quattro su quattro in questo inizio di Mondiale.
Marquez fissa il tempo sull’1:38.120, nuovo record della pista. Al 2° posto un Lorenzo staccato di 4 decimi che ha dimostrato però di essere combattivo in vista della gara di domani. A completare la prima fila l’altra Honda di Pedrosa indietro 5 decimi. Non male Valentino Rossi che apre la seconda fila, accanto a lui la Yamaha Open di Espargaro e la Ducati di Dovizioso. Male le Honda clienti con Bradl 7° e Bautista 10°. Ancora peggio le altre Ducati che partiranno dalla 14° posizione con Crutchlow e dalla 15° con Pirro.
Probabilmente domani potremo vedere una gara più equilibrata, Lorenzo e Pedrosa faranno di tutto per tenere dietro Marquez soprattutto nei primi giri per non farlo scappare. Da seguire con attenzione anche Rossi che parte davanti e non dovrebbe perdere tempo prezioso come accaduto nelle ultime gara, la lotta per il podio sarà sicuramente entusiasmante.

In Moto3 la pole va al leader del Mondiale, l’australiano Jack Miller domina la sessione dando ben 6 decimi all’ottimo Niccolò Antonelli. La prima fila è completata dallo spagnolo Rins. Bene anche Bagnaia 6°, mentre un passo indietro per Fenati, vincitore dell’ultima gara, che partirà dalla quarta fila avendo chiuso in 10° posizione.

In Moto2 è il finlandese Mika Kallio a conquistare la pole position con il tempo di 1’42.766. A quasi tre decimi finisce il tedesco Cortese, mentre lo spagnolo Salom completa la prima fila. Male gli italiani con Corsi 11°, Pasini 18° e Baldassari 20°.