CONDIVIDI

Marc Marquez

Rischia di diventare davvero imbarazzante il dominio di Marc Marquez in MotoGP, la pole position del Gran Premio dell’Argentina, terza prova del Mondiale, è solo la logica conseguenza di un week-end fin qui dominato se si esclude la prima ora di libere. Lo spagnolo su Honda fa la pole con il tempo stratosferico di 1’37.683 dando quasi 8 decimi al secondo, un redivivo Lorenzo che nelle prime 2 gare ha conquistato solo 7 punti. A completare la prima c’è l’altra Honda di Pedrosa staccato però di 9 decimi dal compagno di squadra. Solo sesto e in seconda fila Valentino Rossi con il pesante distacco di un secondo e 2 decimi,  preceduto dal sorprendente Alex Espargaro che ha chiuso 4° e dalla Ducati di Dovizioso 5°. Bene anche Iannone 8°, mentre deludono le due Honda clienti di Bradl e Bautista 9° e 10°.

Come Marquez anche Jack Miller domina in Moto3, l’australiano che ha già vinto le prime due gare dell’anno conquista la pole con il tempo di 1’49.200 battendo per 52 millesimi lo spagnolo Vazquez. A completare la prima fila c’è il britannico Kent. Bene gli italiani con Fenati 5° e Bagnaia 6°. Più indietro ci sono Tonucci 10°, Antonelli 15° e Bastianini 17°.

In Moto2 è Rabat a conquistare la pole con il tempo di 1’43.961 precedendo di soli 10 millesimi il francese Zarko e di 77 il belga Simeon. Il primo degli italiani è Pasini 7° che parte in terza fila come Simone Corsi che ha chiuso 9°.

Francesco Ragosta