CONDIVIDI

Derosa

All’università della moto si terrà la prossima lezione del mondiale Supersport. Dopo il terzo posto di Phillip Island e il sesto di Aragon, sul tracciato olandeseRaffaele De Rosa vuole continuare la scia positiva di risultati e tentare l’assalto al podio. Il napoletano del Team Insurance Honda ha il morale alto e non vede l’ora di scendere in pista: “Il circuito – dice lo scugnizzo più veloce del mondo – è uno di quelli amici. Con la moto e i tecnici della squadra il feeling è cresciuto notevolmente, anche se il non aver effettuato test in inverno ci ha penalizzati non poco nello sviluppo. La Cbr, sotto questo punto di vista, aiuta molto, perché una volta in sella ti permette di andare subito veloce. L’erogazione del motore è dolce, la guidabilità è ottima e se dovessi cercare il classico pelo nell’uovo, direi che le manca di un pizzico di potenzaagli alti regimi. Per essere velocissimi, la nostra necessità di un ulteriore step. E’ bello battagliare nelle prime piazze, e lavoriamo sodo per conquistare la coppa del vincitore; per questo fine settimana l’obiettivo è continuare lacrescita. Le condizioni meteo saranno fondamentali e speriamo non piova”. Uno dei punti di forza di De Rosa è il carattere, consapevole delle proprie capacità ma sempre con i piedi per terra: “La voglia – spiega – di divertirmi è uguale a quella della prima gara. Ho il privilegio di farlo su uno dei massimi palcoscenici mondiali e sono consapevole che se voglio continuare a farlo, non devo mai abbassare la guardia. Un ruolo fondamentale in questo mio percorso lo ha la famiglia, in particolare mio padre Antonio. Senza di loro reggere la pressione sarebbe ancora più difficile”.

ALFREDO DI COSTANZO