CONDIVIDI

carpisa yamamay acquachiara

UTRECHT-ACQUACHIARA 4-16 (0-4; 2-5; 1-2; 1-5)

Utrecht: Pol, Landeweerd, de Voogt 2, Gerritse, Frauenfelder, van der Bersselaar, Winkelhorst, Jansen P., Reuten 1, Spijker, Jansen K.. Hoepelman B. 1, Hoepelman R.

Carpisa Yamamay Acquachiara: Kacic, Mattiello, Luongo 2, Scotti Galletta 1, Petkovic 2, Gambacorta 3, Ferrone 2, Saviano, Postiglione, Di Costanzo 5 (1 rig.), Sadovyy 1, Lamoglia.

Arbitri: Dalli (Mlt) e Krapivin (Rus).

Superiorità numeriche: Utrecht 3/10, Acquachiara 3/7.

UTRECHT – La Carpisa Yamamay Acquachiara supera l’ultimo ostacolo che la separa dalla qualificazione ai quarti di finale. Lo fa agevolmente, in scioltezza, seppellendo i padroni di casa olandesi sotto una valanga di gol. Un successo che consente alla squadra di De Crescenzo di vincere il girone e di evitare così anche un derby fratricida con il Posillipo nei quarti di finale.

Partita assolutamente senza storia. I biancazzurri incassano il primo gol sul 6-0 nel secondo tempo, poi il monologo continua senza che l’Utrecht possa opporre resistenza. Ai tifosi olandesi, che alla vigilia speravano in un miracolo (se l’Utrecht avesse vinto, si sarebbe qualificato a spese della Carpisa Yamamay), non resta che applaudire le belle giocate della squadra di De Crescenzo, in particolare una splendida beduina di Sadovyy. Top scorer Di Costanzo con 5 reti, da segnalare anche la tripletta di Gambacorta. Soddisfatto il tecnico napoletano: “Partita dopo partita, in questo girone di Utrecht la squadra si è espressa sempre meglio. Sono molto soddisfatto. Adesso attendiamo il sorteggio di domani per conoscere il nome dell’avversaria che affronteremo nei quarti”.

Fonte: Ufficio Stampa Carpisa Yamamay Acquachiara