CONDIVIDI

 

AVERSA – Quando le parole mancano ci pensano i numeri. I numeri dell’impresa della Exton Volleyball Aversa che, nel match valido per la ventunesima giornata del girone G del campionato di serie B2 maschile di pallavolo, ha sconfitto 3-2 (25-17; 33-35; 25-23; 19-25; 15-12) la Tya Marigliano conquistando il ventesimo successo consecutivo su altrettanti match giocati in campionato. Cinquantaquattro i punti in classifica per la squadra del Presidente Sergio Di Meo che continua a tenere salda la vetta del girone con nove punti di distacco sulla seconda Natura Energie Lagonegro. Ancora una prova di forza per il sestetto guidato da coach Bracciano, in panchina in vece dello squalificato Ignazio Nappa, che ha tenuto fino alla fine un derby infuocato e giocato al massimo da entrambe le formazioni che non si sono risparmiate in set estenuanti giocati sempre sul filo dell’equilibrio. Tranne il primo, in cui la Exton Volleyball Aversa è scesa iniziando alla grande e lanciandosi dopo il primo time – out tecnico, 8-6 con un muro di Falanga, per raddoppiare quasi il distacco al secondo (16-9). La squadra di coach Ianuale racimola qualche punto nel finale ma nulla può ancora davanti a Falanga che chiude per l’1-0. Nel secondo set i napoletani cambiano musica e trovano il coraggio necessario per non perdersi d’animo dopo l’8-5 di Rispoli. Recuperano e sorpassano i normanni sul 15-16 con un muro di Solimene su attacco di Scialò. Coach Bracciano intuisce il pericolo e manda in campo forze fresche con Fasulo e Quarantelli che rilevano Scialò e Di Giorgio. Ed, infatti, proprio Fasulo mette a segno il punto che vale il 20 pari accendendo ancor di più un set in cui le due squadre si rincorrono punto su punto fino al 33-35 per la Tya Marigliano. E così accade anche nel terzo set. La Exton Volleyball Aversa mantiene un punto di vantaggio fino al 10-9, block out di Scialò. Poi si fa superare da Rumiano e compagni che vanno a più 6 al secondo time – out tecnico con Solimene. Si arriva al 13-18 e, quando sembra che i giochi siano chiusi, la squadra del Presidente Di Meo risale in cattedra affidandosi a Montò che sul 23-23 mette la freccia e si ripete sul punto del 24. Il 25-23 è frutto di un cartellino rosso comminato dal direttore di gara alla Tya Marigliano che non si perde d’animo e conquista il quarto set con un 19-25 che rimanda tutto a tie – break. La squadra napoletana sfiora l’impresa. Al primo time – out tecnico è in vantaggio 5-8. Subito dopo porta a quattro il vantaggio (4-9) ma deve fare i conti con la Exton Volleyball Aversa e quella voglia di mollare che non è affatto tra le caratteristiche della squadra normanna che recupera con Giacobelli e Fasulo (11-10). Il sestetto avversario si rifà sotto ma viene staccato ancora da Scialò e Falanga (14-12). Poi Picariello spedisce la palla palla fuori sul punto decisivo e dopo tre ore di gioco la Exton Volleyball Aversa può gioire. Ancora una volta. La ventesima. A portare il sestetto normanno al successo per la prima volta in stagione c’era coach Luigi Bracciano, in panchina per la squalifica di coach Nappa, evidentemente emozionato a fine gara ma anche soddisfatto: «Speravo fosse molto più semplice – dice – una prima da allenatore quest’anno fatta così e durata più di tre ore mai sarei riuscito a sognarla. Abbiamo conquistato la ventesima vittoria consecutiva, cosa non semplice perché non è facile continuare a vincere con diciannove partite sulle spalle. Ogni pallone è pesantissimo. Quando riesci a fare un primo set strepitoso, come lo abbiamo disputato lasciando agli avversari pochi punti, e poi giochi punto a punto ti pesa. Peccato per il secondo set che abbiamo tirato fino al 33-35, durato tantissimo e vinto, purtroppo, dal Marigliano. E’ stato al tie-break che ho detto ai ragazzi di dare tutto perché meritavano la vittoria. Lo meritano loro, la società ed Ignazio Nappa che ha sofferto dalla tribuna. Abbiamo dato il massimo ed alla fine è venuto fuori un bellissimo risultato». «Penso di meritarlo anche io – aggiunge coach Luigi Luigi Bracciano – perché ho fatto una bella partita e mi è girata bene. Per fortuna le scelte che ho fatto mi hanno dato ragione, non sempre nel mestiere di allenatore va tutto bene come a me domenica sera». Nove punti di vantaggio sulla seconda Lagonegro, ma con ancora un turno di riposo da osservare, indicano che la strada è quella giusta ma che non bisogna in casa Exton Aversa abbassare mai la guardia perché le prossime partite saranno fondamentali. Ne è consapevole Gabriele Falanga: «A Castellana sabato prossimo – conferma il centrale normanno – sarà un match durissimo. Troveremo una squadra c

che vuole salvarsi e che darà tutta se stessa per batterci, giocando in casa in un ambiente molto carico. Noi, dal canto nostro, dobbiamo continuare a vincere. Non possiamo mollare proprio adesso, anzi dobbiamo mettere insieme tutte le nostre forze e disputare un ottimo match anche in Puglia che rappresenta un crocevia fondamentale sulla nostra strada». Vincente in campo ma anche fuori. La Exton Volleyball Aversa, con a capo il Presidente Sergio Di Meo, non dimentica mai uscendo dal parquet l’aspetto sociale. Una missione sposata dalla dirigenza normanna che promuove ed appoggia l’Associazione di volontari dello sportello anti violenza “Non sei sola”, attiva nella città di Aversa, con sede in via Sant’Andrea, per offrire accoglienza e ascolto a tutte le vittime di violenza.

Ufficio Stampa VolleyBall Aversa