CONDIVIDI
Nunzia Campolo

Lo scontro diretto si rivela a senso unico in favore del team di Caliendo: “Restiamo in corsa per i playoff”

GUERRIERO LUVO ARZANO  3

BETITALY MAGLIE                   0

(29-27; 25-17; 25-20)

Guerriero Luvo Arzano: Campolo 14, Cozzolino, Vinaccia 16, Aprea 12, Russo 11, Maggipinto (L), Topa, Rinaldi, Foniciello 11. Non entrate: Piscopo, Maresca. All. Caliendo

Betitaly Maglie: Di Martile , Montenegro 10, Cesario 3, Vincenti 5, Romano 8; Mazzulla 11, Catalano, Carbone 4 . Non entrate: Scupola, Zicari. All. Solombrino

Arbitri: Ivan Grosso e Cosimo Costa di Campobasso

NOTE. Durata set: 33’; 25’; 29’. Battute sbagliate Arzano: 10 ; Battute sbagliate Maglie: 3. Battute punto Arzano: 5; Battute punto Maglie: 2. Spettatori 300 circa.

ARZANO – Servivano tre punti per lasciare alle spalle il Maglie e continuare l’inseguimento dei playoff. La Guerriero Lu.Vo. Arzano non fallisce l’appuntamento e in meno di un’ora e mezza mette fine ad un incontro preparato con il massimo dell’attenzione.

Il presidente Lello Piscopo alla vigilia dell’incontro ha chiesto di giocare con la grinta di una finale ed è stato ripagato dall’impegno delle sue atlete.

La Guerriero Lu.Vo. scende in campo consapevole di dover conquistare l’intera posta in palio conoscendo già il risultato di Caserta (3-0 al Tremestieri) e Agrigento quest’ultima clamorosamente sconfitta al tie-break in quel di Casal de’Pazzi.

Nel sestetto titolare prende posto Giovanna Topa al posto di Cozzolino in non perfette condizioni fisiche.

Ci vuole davvero tanto impegno per portare agli straordinari il finale del primo set. Preso agevolmente il largo, la Guerriero Lu.Vo. Arzano comincia a sbagliare anche le cose più facili. Punto dopo punto il team di Solombrino crede nella rimonta e colto il camoroso pareggio (21-21) ha più volte la ghiotta occasione del clamoroso ribaltone. Sul 21-23 Caliendo manda in campo la palleggiatrice titolare Cozzolino che dà una mano alle colleghe a ritrovare la concentrazione giusta e chiudere il parziale dopo aver sventato tre palle set contrarie e sprecate altrettante: 29-27. Parte spedito l’Arzano in avvio del set successivo (8-3). Questa volta la rimonta di Maglie non comporta gli effetti del parziale d’apertura. La squadra di casa riesce a restare lucida e approfitta di ogni disattenzione delle pugliesi per assestare giocate determinate. Ripreso un margine consistente dopo il secondo time-out tecnico (16-12), Aprea e Vinaccia allungano il passo fino a chiudere sul 25-17. Nel terzo set il Betitaly esce di scena. La Guerriero Lu.Vo. Arzano ha ormai la partita in pugno e cerca anche la ricerca di giocate spettacolari che strappano l’applauso al competente pubblico di casa. Le ultime schermaglie sono carte da ultima spiaggia giocate da coach Solombrino che allungano di qualche minuto il match. Maglie recupera terreno quel tanto che basta per uscire dal palazzetto di Arzano a testa più che alta. Dalle mani di Nunzia Campolo arriva il punto del 25-20 che chiude l’incontro. Soddisfatto coach Caliendo: “Abbiamo conquistato una bellissima vittoria che ci permette di continuare la rincorsa verso i playoff. Ormai è sempre dura perché alla fine mancano poche gare e non ci possiamo più permettere di perdere punti per strada. Sono molto contento dell’esordio di Topa e voglio fare un encomio a Cozzolino che pure in condizioni precarie si è messa a disposizione della squadra”.

La serata si chiude con i festeggiamenti a centrocampo del gruppo dell’Under 16 diretto da Antonio Piscopo fresco di titolo provinciale.

Roberto Esse

Ufficio stampa Arzano Volley

foto:rete internet
foto:rete internet