CONDIVIDI

Vittoria netta della Zues (3-0) contro il giovane team bruniano praticamente mai in partita e meritatamente battuto

Capitan Alessandra Pasciari: “Stiamo perdendo le certezze, entriamo in campo con il peso delle sconfitte subite”  

Serie D- Oggi in campo le “Pesti” a Ischia contro la capolista e i ragazzi della Primo con la Gs Olimpica

 

Non conosce fine la striscia negativa della Primo Nola nel Girone H del campionato di serie B2 femminile. Il giovanissimo team allenato da coach Girolamo Buono è, infatti, uscito sconfitto con un netto 3-0 anche dal campo della matricola Zeus Fiamma Torrese al termine del match valido per la sesta giornata di ritorno della prima serie nazionale. Sfida senza storia, dominata in lungo e in largo dalle padrone di casa che hanno sfruttato senza esitazioni le difficoltà di una Primo orfana della schiacciatrice Elisida Angelillo, ancora out per un problema ad un mignolo, e del libero Rosamaria Tafuro. La sfida del PalaPitagora è stata aperta da un set vinto in maniera tanto veloce quanto perentoria dalla Zeus Fiamma Torrese. 25-6 e partita già in palese salita per il team bruniano apparso decisamente fuori fase. Timidi ma inutili segnali positivi si sono poi intravisti nel secondo set quando capitan Pasciari e compagne hanno provato quantomeno a dare una svolta mentale al match trovando però dall’altra parte l’efficacissimo gioco di Amitrano, Palladino e della solita super Inserra. 25-13 e tutto rinviato all’ultimo parziale durante il quale hanno trovato spazio anche le giovanissime Di Gioia e Lucariello oltre a Vecchione, Angelillo (Alessia), e Pagano. Cambi che però non hanno sortito l’effetto sperato alla luce del 25-15 con cui la Fiamma Torrese ha fatto calare il sipario sul match accaparrandosi altri 3 punti fondamentali in ottica salvezza. Nel post partita è stata capitan Alessandra Pasciari a spiegare, almeno in parte, i motivi della sconfitta patita a Torre Annunziata: “Stiamo perdendo le certezze, entriamo in campo schiacciate, ancor prima di giocare, dal peso delle sconfitte subite – ha dichiarato Alessandra Pasciari – questo ovviamente ci penalizza da un punto di vista mentale tenendo presente che in squadra ci sono tante atlete giovani e quindi prive della necessarie esperienza per reggere certe pressioni. In questo momento dobbiamo cercare di vincere questo aspetto mentale prima ancora di lavorare sulla tecnica – ha concluso capitan Pasciari – la stagione volge al termine ed è nostra intenzione inseguire fino alla fine una vittoria”.

 

Zeus Fiamma Torrese – Primo Nola 3-0 (25-6; 25-13; 25-15)

Nicola Alfano

Ufficio Stampa Nola Città dei Gigli a.s.d.378699_197900730303221_1725744407_n