CONDIVIDI

575534_10200429863448024_2103224049_nVolalto-Montella atto quinto. Dopo la sfida dell’andata e le tre di Coppa, casertane ed irpine tornano ad incontrarsi. Sinora il bilancio parla di 3 vittorie ad una per Kostadinova e socie. Sabato pomeriggio serve centrare il poker.  Dopo il ko contro Cisterna, per la Gimam Ags questa è una sfida da vincere assolutamente anche in relazione allo scontro diretto tra Arzano e Agrigento. Come dire, un successo delle cugine della Mariana Guerriero, unito alla vittoria delle rosanero, riporterebbe la Gimam Ags, proprio alla vigilia della trasferta agrigentina, a meno tre dalle siciliane. Insomma, il campionato ha ancora tante avvincenti puntate da farci vivere ed i colpi a sorpresa di certo non mancheranno. Alla Volalto, però, è dato un solo compito: vincere. Cominciando proprio dal derby. La formazione irpina, neo promossa in B1, in questo torneo era partita per centrare una salvezza tranquilla, ma anche per tentare felici sortite nella parte alta medio alta della classifica. Entrambi i compiti sono stati centrati. Il più otto sul Bari, dodicesimo, è quasi una sentenza positiva per le sue ambizioni di salvezza. Certo è che non deve abbassare la guardia per evitare spiacevoli sorprese. Reduce da cinque sconfitte consecutive di cui 2 al tie break, Montella non è che stia vivendo un felice momento di forma. Ultima battuta d’arresto  in ordine di tempo, quella di domenica scorsa contro il Casal dei Pazzi. “ Decisamente sono in una fase negativa – spiega Virginia Alfieri – ma meritano il massimo rispetto. Noi dobbiamo riscattare il ko contro Cisterna. Una sconfitta che brucia tantissimo. In questa fase della stagione continuiamo a guardare al primo posto, ma serve anche guardarsi le spalle dalle inseguitrici. Oggi saremmo ai play off, ma le rivali non hanno abbassato la guardia. Quindi, corriamo ”.  L’Acca Montella normalmente scende in campo con questo sestetto: Mezzapesa in regia,  Labate opposta,  Di Cristo e Piscopo al centro, Mautino e Boccia di banda.  Libero Angela Castiello. Dalla panchina si alzano spesso la centrale Granese e la schiacciatrice Troncone. La rosa è completata poi dalla seconda palleggiatrice Cecilia Montella, dal libero Panno e dalla schiacciatrice Matarazzo.

“Lo starting six è affidabile – prosegue la palleggiatrice rosanero – le abbiamo incontrate tante volte tra campionato, coppa ed amichevoli infrasettimanali. Ci conosciamo a memoria. Sappiamo che il pronostico è tutto dalla nostra parte, ma non mi sento di sottovalutare nessuno in questo momento, men che meno le irpine. La formazione di coach Matarazzo sarà decisa a mettere nel suo carniere una vittoria di prestigio, ma anche tre punti pesantissimi per le sua ambizioni di salvezza”.

Si comincia alle ore 19:00 ingresso gratuito. Nel corso della partita la società consegnerà una targa di merito a Rosaria Maddaluno, in forza alla Volalto nella stagione 2009 in serie C. Rimasta incinta la stagione successiva, volle, comunque, rimanere all’interno della squadra presenziando a tutte le partite e prendendo parte alla festa promozione in B2. L’anno seguente riscattò il cartellino dalla vecchia società di appartenenza e lo regalò alla Volalto perché con le rosanero volle chiudere la carriera. La consegna della targa si inserisce all’interno delle celebrazioni volute dal Coni in occasione della festa della Donna nello sport.