CONDIVIDI

foto1

Sveglia alle 7,30 e dopo una ricca colazione giù nella hall dell’Hotel Yuzhnaya di Volgograd quando il termometro segna -10 gradi.

E’ arrivato alle 8,45 il bus che, tra gli enormi banchi di neve per le vie della città, porterà il gruppo della Carpisa Yamamay Acquachiara dall’albergo all’Acquatic Sport Central “Spartak Volgograd”; un quarto d’ora per raggiungere la piscina ed ecco i biancazzurri già in acqua, agli ordini di coach Paolo De Crescenzo, per una seduta di nuoto blanda che permetterà un adeguato risveglio muscolare dopo l’infinito viaggio di ieri.

Allenamento che dura un’ora: infatti alle 9.30 i partenopei lasciano la vasca per far spazio ai padroni di casa del volgograd con cui si contenderanno il pass per la finalissima nella giornata di domani. Alle 10,45 nuovo transfer verso l’Hotel Yuzhnaya per rifocillarsi con un ricco pranzo e riposarsi in vista dell’allenamento pomeridiano.

Il nuovo ingresso in acqua, infatti, è previsto per le ore 16,00 in una seduta prevalentemente tattica in cui si proveranno schemi di gioco ma soprattutto le fasi di superiorità ed inferiorità numerica. Alle 17,00 terminerà il training dei napoletani ed alle 17,15 il pullman li riporterà, nuovamente, alla base.

Mattinata e serata libera, poi, ma a nanna presto perchè domani all’Acquatic Sport Central di Volgograd si prevedono scintille nella gara più importante, fino ad oggi, di tutta la storia acquachiarina.

 

Gianluca Leo

Fonte: www.acquachiarasport.com